Spezia avrà il monumento dedicato alle vittime dell’amianto: approvata all’unanimità la mozione dei 5 Stelle

LA SPEZIA-  È stata votata ieri 11 ottobre all’unanimità la mozione presentata dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle La Spezia sull’erigere un monumento in memoria dei defunti per le cause direttamente o indirettamente ricollegabili al problema amianto. Tale monumento è stato messo a disposizione dal presidente dell’associazione AFEA onlus (assoc. . familiari esposti amianto).
L’amianto continua a provocare sul territorio spezzino malattie e morti, infatti abbiamo il primato mondiale assoluto dei casi di mesotelioma pleurico, tumore polmonare e oggetto di visita da parte decessi da amianto. E l’incubo sembra non finire, si attende un picco di morti fra pochi anni. La malattia si manifesta anche dopo 40 anni il contatto con l’amianto. Già negli anni ‘90 per l’Istituto superiore di sanità, Spezia era una città a rischio, per i lavoratori della cantieristica, ma anche per i familiari degli operai esposti all’amianto, veicolato dagli abiti da lavoro
Nella nostra città sono presenti tutti quei tipi di attività che rientrano in quelli sensibili a questo problema, come il porto, l’arsenale militare, la cantieristica navale, la centrale Enel e una miriade di capannoni privati e pubblici che, avendo il tetto danneggiato, rilasciano nell’ambiente quelle fibre che possono rovinare per sempre la salute delle persone
Proprio l’arsenale militare è stato oggetto di visite da parte del Corpo Forestale e della guardia di finanza (aprile 2016) che hanno effettuato perquisizioni nella base militare acquisendo fonti di prova, sospettando che siano state nascoste quantità consistenti per evitare bonifiche costose.
Non dimentichiamo inoltre la presenza di amianto nella sede dell’ Atc, il cui magistrato che sta indagando, ha parlato chiaramente di “indagini Asl assenti”, chiarissime parole che rileva la gravità della mancanza di controllo da parte di enti preposti, con gravissimo danno alla salute dei lavoratori. Non più tardi di due giorni fa, il nostro consigliere regionale Battistini ha presentato in regione un Odg per richiedere il finanziamento della commissione regionale sull’amianto, come previsto dalla legge reg. 05/09 art. 3, dopo aver appurato con un’interrogazione scritta, che ad oggi non è ancora stata finanziata.

 Per cui questa nostra mozione, con la quale chiediamo che venga apposto questo monumento entro il 28 aprile, giornata mondiale che ricorda le vittime da amianto, e che sia occasione per dar vita o patrocinare iniziative volte a creare informazione sul tema, dei pericoli che comporta e per fare il punto della situazione nella nostra provincia .

Advertisements
Annunci
Annunci