Santo Stefano Magra, Ponzanelli e Monticelli: “Paola Sisti ha dimostrato la sua inadeguatezza nel ruolo di Sindaco”

SANTO STEFANO MAGRA– A neanche 100 giorni dall’insediamento siamo in grado di dimostrare la totale inadeguatezza di Paola Sisti alla carica di Sindaco di Santo Stefano Magra: disattenzione alla sicurezza dei cittadini, noncuranza delle problematiche sociali, incapacità di governo queste le sue mancanze più gravi. Partiamo dalla gravissima situazione in cui versa la Labocolor, società locale in crisi per cui è stato chiesto il fallimento. Solo ora che la tragedia si è compiuta e solo dopo la richiesta dei gruppi consiliari di opposizione d’ indire un Consiglio Comunale straordinario il Sindaco si è “svegliato”. I fatti di Labocolor la Sisti li conosceva sin dal suo insediamento e sarebbe potuta intervenire avocando a se un incontro con la proprietà e cercando di mettere sul piatto alcune prerogative riguardo la possibilità di agevolazioni comunali sia per l’azienda che per il futuro della stessa, in tutti i termini possibili. Non ha fatto nulla di tutto questo. Solo quando “ i buoi erano scappati” ha tentato, molto goffamente e fuori tempo massimo, di fare quello che avrebbe potuto fare da molto tempo. Come volevasi dimostrare: totalmente inadeguata alla carica.

La vicenda dell’incidente mortale avvenuto in Via Togliatti ci aveva portato a pensare che ci sarebbero stati controlli, sanzioni adeguate ed una vera messa in sicurezza di quell’area  a forte rischio, locata nella zona dei terminal container. Abbiamo effettuato un paio di sopraluoghi ed abbiamo visto, con i nostri occhi, che tutto è come prima , anzi molto peggio: continuano le soste anche dove ci sono i divieti, i carrelli attraversano la strada normalmente, ed le svolte dei camion sono continue e spesso in barba al codice della strada. Questo è mantener fede ai discorsi ed alle promesse di controlli puntuali  fatti dinanzi a tutto il Consiglio Comunale?

Passiamo ad altro: la sua manifesta incapacità di gestire una cosa così importante come la sicurezza nelle nostre scuole, dopo un evento sismico, come quello accaduto il 26 giugno, la dice lunga sulla inadeguatezza  nel  rapportarsi con chi i controlli li deve fare per legge cioè i consiglieri di opposizione.

Vedremo nei prossimi giorni se la documentazione sui lavori effettuati sulle scuole medie Schiaffini, che faremo controllare da tecnici di nostra fiducia,  sarà a norma di legge o dovremo richiedere l’intervento di organismi superiori. È  ormai assodata la brillantezza d’eloqui, del Sindaco, nel far credere ciò che non è: un’inutile teatrino rispetto ai bisogni della nostra comunità. Sono oramai prossimi i 100 giorni di governo e mai come in questo caso assomigliano molto di più al breve periodo di napoleonica vicissitudine. Non abbiamo visto ancora un provvedimento, degno di tale nome, che abbia affrontato una delle numerose problematiche che assillano la nostra comunità: questo periodo di governo della Sisti è stato solo un rincorrere le iniziative del nostro gruppo consiliare che segnalavano situazioni di pericolo o su cui occorreva intervenire.

Siamo anche un po’ stufi di dettare l’agenda politica ad un Sindaco che non è in grado, in nessun modo, di portare una proposta serie e votabile in Consiglio Comunale. Stufi anche di vedere il consueto siparietto tra consiglieri di maggioranza che attaccano la stessa  senza produrre nulla di buono per la nostra comunità. Ci auguriamo che il Partito Democratico, partito al quale appartiene, la riporti alla realtà dell’amministrare la cosa pubblica con la concretezza che occorre. Ribadiamo la nostra  totale mancanza di fiducia al Sindaco Sisti, la sua totale mancanza di attenzione per le problematiche locali e la totale incapacità di gestire il governo della nostra comunità.

 I Consiglieri Comunali Alberto Monticelli  e Francesco  Ponzanelli

Advertisements
Advertisements
Advertisements