Tutelaspezia portavoce del cittadino

LA SPEZIA- Si è conclusa la seconda giornata di Evento all’Expo’ di La Spezia in tema di dissesto idrogeologico organizzato da Tutelaspezia. Appuntamenti ricchi di workshop, stand, conferenze e spazi formativi. Durante l’utima giornata accanto alla partecipazione di relatori, di tecnici, di esperti, di autoritá e di politici, è stata discussa l’indagina qualitativa – quantitativa sulla percezione del rischio idrogeologico e della sicurezza da parte dei cittadini, realizzata dalla Sociologa Silvia Paternostro Direttrice del Laboratorio di Sociologia A.N.S. Liguria in collaborazione con le Università. Dalla Ricerca Progress condotta su un campione rappresentativo estrapolato da tutte le regioni italiane e su un campione tipo estrapolato dalla Liguria, con correlazione fra le estrazioni campionarie, è emerso un livello medio-alto di bisogno da parte della popolazione ligure e non solo sulla necessità di piani regolatori, comunicazione preventiva, informazione pre-allarme e allarme più tempestiva, di sostegno economico post-calamità, di piani assicurativi e di supporto al cittadino di fronte alle catastrofi naturali che dal 2000 ad oggi colpisco l’Italia e la Liguria, con particolare attenzione ai fenomeni franosi ed alluvionali. Il Piper di Ricerca Progress sulla percezione del rischio idrogeologico e della sicurezza da parte del cittadino – comparazione Italia – Liguria  è in pubblicazione come saggio scientifico e sarà

disponibile non solo nelle librerie universitarie.

Advertisements
Annunci
Annunci