Fivizzano, la polemica sugli immigrati finisce a “Mattino 5”

FIVIZZANO- Sono circa le 9 di oggi 27 settembre quando dalla trasmissione di Canale 5 Mediaset, il conduttore Francesco Vecchi, che affianca Federica Panicucci nella conduzione della trasmissione, si collega con Fivizzano (MS), dove è presente l’inviato Gianluca Torti, mentre in studio sono ospiti Daniela Santanché e Susanna Messaggio.

Francesco Vecchi esordisce affermando che il sindaco Paolo Grassi all’inizio è stato favorevole all’accoglienza dei migranti, ma che ora forse è ritornato sui suoi passi. L’inviato della trasmissione si sofferma sulla politica fivizzanese, sempre orientata all’accoglienza e al tentativo di integrazione dei migranti nella comunità fivizzanese e nel Paese in generale. Chiede, poi, al sindaco, i motivi di questo orientamento politico; Paolo Grassi risponde menzionando in primis gli eccidi nazifascisti perpetrati in alcune paesi del comune e come paese appartenente alla linea Gotica dove la libertà è stata pagata a caro prezzo. In merito ai profughi si riferisce alle guerre africane, da dove la gente cerca di fuggire e quindi per l’amministrazione comunale l’accoglienza è un atto dovuto, naturalmente compatibilmente con la titolarità ad essere accolti. Il sindaco Paolo Grassi ricorda che l’inizio delle accoglienze ha coinciso con la crisi libica nel 2011, e che nel 2015, tramite l’interessamento della prefettura di Massa e Carrara, sono stati accolti altri venti migranti. Da questo fatto, il comune di Fivizzano ha tratto anche degli utili, poiché in collaborazione con l’Associazione Mamme di Fivizzano sono riusciti a riaprire e rimettere in funzione l’Ostello degli Agostiniani, ottenendo anche un risparmio di circa 15 mila euro per l’opera manuale dei migranti nella tinteggiatura degli interni dell’Ostello, delle camere e degli altri ambienti, degli infissi e via dicendo. Alla domanda, risponde, Paolo Grassi, che sono disposti ad accogliere ancora altri profughi, ma purtroppo le fatture da onorare e delle quali è stato richiesto il pagamento a trenta giorni, non hanno ancora trovato soluzione, poiché sono in ritardo di cinque mesi i contributi statali che l’Associazione Mamme percepisce per ogni migrante, quindi impossibilitata a saldare le spese sostenute. Un contributo di 34 euro/giorno a migrante ospitato.

Il conduttore Francesco Vecchi coglie subito l’occasione per porre una domanda che strumentalizza l’impegno dell’amministrazione comunale al di là della questione sulle prostitute. Infatti chiede al sindaco Grassi se, oltre le belle parole sugli eccidi e la linea Gotica, accolgono i migranti per motivi etico-morali o per incassare 34 euro al giorno per ogni ospite. Nella sua risposta, il sindaco fa notare che, oltre al mantenimento dei profughi, la somma percepita è anche traino per l’economia di un comune isolato e piccolo – anche se come territorio è il più vasto della Lunigiana -, e che una parte delle entrate viene riversata sul territorio comunale.

Daniela Santanché è molto polemica con le affermazioni di Paolo Grassi, e ribadisce se l’accoglienza è dovuta all’incasso di 34 euro al giorno per migrante. E poi non la trova d’accordo il fatto che gli ospiti dell’Ostello ci abbiano lavorato per sistemare alcune cose. Continua poi affermando che con i clandestini si sono arricchiti gli albergatori che stavano fallendo, le cooperative che alimentano una grande parte della politica, la criminalità che ora fa più soldi che vendendo droga e si è passati dalla paura all’ostilità perché ora gli italiani sono stufi. Il conduttore poi passa alla protesta avvenuta a Fivizzano perché si pensava che con i soldi fossero state pagate delle prostitute per gli immigrati.

Paolo Grassi nega fortemente questa possibilità, ed evidenzia i problemi che ci sono con la Lega Nord comunale che diversifica l’azione politica. Tuttavia non lo lasciano finire e il conduttore interpella Susanna Messaggio per ascoltare la sua opinione. La Messaggio afferma che il lavoro dovrebbe essere dato agli italiani. E tira in ballo il lavoro all’estero, che anche lei ha praticato visto che si è più pagati e si riceve di più rispetto all’Italia. Infine affronta il problema delle tasse, che bisognerebbe affrontare con una razionalizzazione che permetta agli italiani di poter vivere degnamente.

(Alberto Bonfigli)

Il video al seguente link: videovirgilio.it

Advertisements
Annunci
Annunci