Quartieri del Levante e V.A.S.: ” Sindaco e Presidente A.P. discutono, ma non si confrontano con i cittadini

LA SPEZIA- Si assiste a un botta e risposta fra Sindaco e Autorità Portuale assolutamente fuori luogo, considerato anche la scadenza a breve dei due mandati istituzionali, di cui uno nominativo ed uno elettivo. Certamente la città e il Golfo dei Poeti hanno bisogno di altro, cioè di costruire nella discontinuità progetti per uno sviluppo futuro che porti lavoro e salvaguardia ambientale.

Quello che lascia perplessi sono i contenuti di una lettera scritta dall’Autorità portuale ha trasmesso ad alcuni quotidiani locali ed in modo sempre “preciso”riportata da La Nazione. Intanto se vogliamo essere sinceri questa Autorità Portuale è insediata da 9 anni e di tutto quello previsto dalla legge P.R.P e di quello ripetuto dal Ministero dell’ambiente è stato realizzato molto poco, quasi nulla direi, ma in compenso hanno dragato il golfo in modo vergognoso che finalmente la Cassazione ha severamente vietato. In compenso sono stati fatti molti annunci anche un po’ ripetitivi come quelli della famosa lettera in cui si dicono mezze verità si presume strumentali viste le prossime scadenze elettorali,fatte per ragioni, come si dice da noi, di “carega”. E’ un fatto che dei 140.000mq di banchine portuali nulla è stato fatto (e per fortuna diciamo noi) però hanno cambiato destinazione d’uso, non potevano farlo naturalmente, sul Molo Garibaldi, su Calata Paita e su Calata Malaspina sulle quali sono stoccati centinaia di containers vuoti.

Mai un confronto con i cittadini per le ricollocazioni delle marine storiche mai trasparenza ma solo annunci e promesse che alcuni giornali ospitano volentieri  per cercare di far credere, a chi ancora ci crede,ciò che non è e lo fanno ancora oggi che sono in scadenza di mandato.

Per la V.A.S Onlus Franco Arbasetti

Per il Coordinamento dei Quartieri Del Levante Rita Casagrande

 

Advertisements
Annunci
Annunci