Il porto della Spezia causa ed effetto della rinascita turistica?

LA SPEZIA- In un articolo di ieri sulla Nazione, il Presidente dell’Autorità Portuale afferma: “…. non mi aspetto particolare riconoscenza né elogi da parte del sindaco della Spezia per quanto l’AP sta facendo per la rinascita turistica della città………. “. Ma quale rinascita turistica, il porto in questi ultimi anni è diventato sempre più un corpo a parte rispetto alla città, sovradimensionato; peraltro il nostro è di dimensioni limitate, e non mi sembra che ci sia il rispetto dell’interesse generale della città da parte degli interessi settoriali del porto. Chi arriva al porto della Spezia dovrebbe ammirare un paesaggio assolutamente unico per una città di mare, con le dovute economie interne ed esterne, con una propria spiaggia e le bellezze che sono proprie del nome che porta “Golfo dei Poeti” conosciute in tutto il mondo.Invece la visione, anche dalla parte terra, è una catasta di container, di bruttissimi silos, di numerosi capannoni,  case, casette,  gru giganti che sembrano alieni, simili a quelli del film “La guerra dei mondi”: una vera visione deturpante. L’esistenza dell’AP è strettamente connessa al traffico di soli container e quindi in netta contrapposizione con gli interessi della città, che dovrebbero invece puntare sulla promozione del traffico da turismo da diporto nautico. Il turismo non deve diventare, per l’AP, giustificazione di un ampliamento del porto, né per ulteriori colate di cemento con l’annientamento delle storiche marine e la preclusione del contatto degli spezzini con il proprio mare, senza contare la sofferenza per rumori e polveri cui sono sottoposti notte e giorno,  Canaletto, Fossamastra, Pagliari ecc.; pertanto ritengo che il Porto, così come è strutturato, sia fortemente di  ostacolo alla  crescita del turismo, del lavoro e dell’economia sostenibile. Il porto, insieme al disastro di Pitelli, al disastro Acam, alle potenzialità della centrale Enel e altro è il fiore all’occhiello di una becera amministrazione PD di tutti questi anni.

Mario Bonelli  dottore commercialista in La Spezia, Revisore dei conti enti locali

Advertisements
Annunci
Annunci