Regione Liguria, Protezione Civile: assegnati pluviometri a 92 Comuni, di cui 10 nello spezzino

GENOVA– Sono 92 i Comuni liguri individuati dalla Giunta regionale a cui verranno consegnati circa 100 pluviometri per il monitoraggio delle zone a rischio idrogeologico. Lo comunica l’assessore alla Protezione civile della Regione Liguria, Giacomo Giampedrone. Un investimento del valore di 300mila euro a favore degli Enti locali che comprende anche piani di formazione attraverso il gruppo di lavoro nazionale della Fondazione CIMA per aiutare le Amministrazioni locali a difendersi al meglio dalle emergenze idrogeologiche.

La Regione Liguria, insieme alla Fondazione CIMA – spiega l’assessore Giampedrone ha deciso di dotare di pluviometri quei Comuni che ne erano sprovvisti, con l’obiettivo di compiere un deciso passo avanti nel campo del monitoraggio territoriale e garantire una più efficace distribuzione strumentale sul territorio regionale. I Comuni individuati dovranno occuparsi solo del montaggio del pluviometro”.

 In Provincia di Spezia sono 10 i Comuni: Ameglia,  Arcola, Bolano, Bonassola, Deiva Marina, Ortonovo, Rocchetta di Vara, Santo Stefano Magra, Vernazza e Pignone.

 Non per caso l’iniziativa cade alla fine dell’estate in un momento in cui  il rischio idrologico aumenta e maggiore è la necessità del territorio di attrezzarsi.  A questo proposito, per sostenere i Comuni che devono ancora predisporre i nuovi piani di emergenza, la Regione Liguria, con il supporto della Fondazione CIMA, farà partire lunedì prossimo un bando per invitare i 235 Comuni liguri a partecipare, segnalando le loro esigenze. “Sulla base delle richieste che arriveranno – conclude l’assessore Giampedroneverranno selezionati i Comuni più a rischio che hanno la necessità di predisporre piani di emergenza,ma non hanno il personale tecnico, in modo da affiancarli nelle operazioni di monitoraggio del territorio”.

Advertisements
Annunci
Annunci