Virus Zika, precisazione della ASL 5

LA SPEZIA- Si comunica che, in occasione della segnalazione di un caso accertato in laboratorio di virus Zika su una persona di ritorno da zona extracontinentale a rischio, il Dipartimento di Prevenzione della ASL 5 Spezzino, in stretta collaborazione con l’ Istituto Zooprofilattico ed il Comune della Spezia ha predisposto tutte le misure di sorveglianza indicate dal Ministero della Salute.

Il virus Zika in Italia non è autoctono, ma viene importato in occasione di rientro da viaggi in zone dove è endemico.

La sua diffusione all’estero è dovuta al genere di zanzara Aedes Aegypti (non presente in Italia ); nel nostro Paese il virus può essere veicolato in minor misura dal genere Aedes Albopictus ( o zanzara tigre).

Il motivo principale di sorveglianza e lotta al virus Zika è legato a eventuali possibili complicanze dello sviluppo fetale (es. microcefalia), qualora contratto in gravidanza.

Il Ministero della Salute invita quindi per precauzione le Istituzioni Pubbliche a attuare alcune misure di sorveglianza e lotta alle zanzare solo nel caso si verifichino casi accertati in laboratorio, in occasione di rientro da viaggi all’estero in zone endemiche; tra le misure indicate figurano circoscritte disinfestazioni e il posizionamento di trappole per zanzare, per una precisa identificazione delle stesse.

L’eventuale presenza di tali attività sul territorio è esclusivamente per motivi di sorveglianza suggeriti dal Ministero della Salute e non dovrà indurre timori nel vicinato; non esiste infatti in Italia e in Europa alcun motivo epidemiologico di attuazione di altre misure di sanità pubblica.

La situazione non desta quindi alcun motivo di preoccupazione.

Per ogni approfondimento si indicano i seguenti link ufficiali:

Link informativi del Ministero Salute per eventuali approfondimenti:

Link dell’Istituto Superiore di Sanità:

Advertisements
Annunci
Annunci