La balneazione nella rada di La Spezia, partendo da Passeggiata Morin sino a Muggiano

LA SPEZIA- C’è da rimanere basiti nel leggere alcune dichiarazioni delle istituzioni sulla possibilità, a breve periodo, di poter avere le autorizzazioni igienico-sanitarie per poter fare balneazione dalla Morin a Muggiano. È  un fatto incontrovertibile che gli scarichi fognari del centro città si riversano ancora lungo la passeggiata Morin ed è un fatto noto che i quartieri che affacciano lungo tutta la costa di Levante non sono quasi totalmente allacciati al depuratore e, quindi, scaricano anch’essi in mare direttamente.
Questo vale per Canaletto, Fossamastra, Pagliari, San Bartolomeo, Ruffino, Pitelli e tale situazione perdura da decine di anni nonostante le reiterate denunce dei cittadini dei quartieri dell’ex V circoscrizione (a Pagliari siamo stati costretti a predisporre gli allacciamenti, abbastanza costosi, ma la fossa imhoff era piccola e i terreni intorno si riempivano di liquami) ma nonostante promesse ed impegni di intervento fatti da Acam e dal Comune la situazione non è cambiata di una virgola.
Allora meglio sarebbe che le istituzioni dicessero finalmente la verità ai cittadini, ovvero che sono solo annunci elettorali e tentativi di dare una visione positiva del Golfo dei Poeti ma che in realtà,se vogliamo portare qui i turisti, non si devono fare annunci, ma fatti ovvero salvaguardare l’ambiente dando la priorità e quindi anche i finanziamenti necessari alla suddetta tutela senza pescare nel torbido per la convenienza dei poteri forti.

Advertisements
Annunci
Annunci