Battistini (M5S): “Isola Palmaria, impostazione discutibile da parte della Regione”

GENOVA- In relazione alla attuazione del Protocollo per la valorizzazione dell’Isola Palmaria, l’impostazione fino ad ora data dalla Regione appare discutibile e con caratteri al limite dell’ “extra-istituzionale“.
Appare, infatti, molto discutibile sotto il profilo della trasparenza, ma anche della costruzione del futuro consenso alle scelte finali, prevedere, come ha già affermato la Giunta Regionale, degli incarichi a professionisti privati prima ancora di aver definito le fasi da seguire, il livello di coinvolgimento della comunità locale, gli atti di programmazione da predisporre e le norme di riferimento, appare veramente come un atto unilaterale e di arroganza nei confronti della comunità che vive quel territorio e che merita di essere coinvolta.
Aggiungo che l’ultima uscita del Presidente Toti sulla previsione di masterplan da costruire con incarico professionale è l’esatto opposto di un corretto e pubblico processo decisionale.
Per questo credo che, oltre al lavoro sui contenuti (su cui stanno lavorando, in maniera intensa, sia il Laboratorio Palmaria che l’Associazione dalla Parte dei Forti), sia molto importante provare a definire un percorso amministrativo chiaro e aperto davvero alla comunità locale garantendo passaggi formali ed inclusivi al fine di evitare di trovarci, tra qualche mese, con un pacchetto preconfezionato come già avvenuto a suo tempo, con Amministrazioni di altro colore politico ma evidentemente di uguale indirizzo, con il Waterfront ed il rifacimento di Piazza Verdi per La Spezia.
Nel caso della Palmaria, tra l’altro, la situazione sarebbe ancora più grave considerato il pregio anche naturalistico unico di questa isola, oltre che la sua storia rappresentata dagli edifici che in parte dovrebbero passare dal demanio militare al Comune di Portovenere.
Insomma, dalle prime dichiarazioni della Giunta Toti sulla Palmaria si dimostra che nessun vento è cambiato davvero.

Si continua ancora a non tener conto del coinvolgimento della cittadinanza inteso proprio come strumento di  risoluzione dei conflitti e di partecipazione alla vita pubblica.Il territorio, ed è una cosa a cui credo fermamente, non è di chi lo amministra ma di chi lo vive quotidianamente. Non è di un Sindaco o di un Presidente di Regione ma dei cittadini ed è per questo semplice motivo che si deve perseguire una politica nuova fatta di condivisione delle idee e di partecipazione, se si vuole davvero dimostrare che qualcosa è cambiato e che si vuole camminare nella giusta direzione! Quindi prima ancora di deliberare incarichi professionali, la Regione e le altre Amministrazioni pubbliche interessate dovranno, in modo trasparente, e coinvolgendo la comunità:

  1. definire le modalità di elaborazione del quadro informativo che sottende al piano di valorizzazione dell’Isola Palmaria ;
  2. definire gli strumenti amministrativi che dovranno recepire i contenuti attuativi del Protocollo ;
  3. definire gli strumenti valutativi degli strumenti amministrativi citati pocanzi;
  4. definire le modalità di coinvolgimento del pubblico interessato nel processo di valutazione ed approvazione.

Francesco Battistini,

Consigliere Regionale

MoVimento Cinque Stelle Liguria

Advertisements
Annunci
Annunci