Parcheggio di Piazza Europa, Comitati e Associazioni chiedono nuova audizione

LA SPEZIA- Comitati e Associazioni ritornano a chiedere all’Amministrazione delucidazioni in merito al parcheggio di Piazza Europa, che ha aperto al pubblico da quasi due settimane. In audizione, lo scorso giugno, erano state poste delle domande a cui nessuno aveva risposto; recentemente, Associazioni e Comitati hanno richiesto di poter prendere visione del foglio relativo al  collaudo, ma non è stato possibile. Per queste ragioni è stata nuovamente chiesta un’audizione in Comune, per porre nuovamente all’Amministrazione le seguenti domande.

Ancora Piazza Europa.
Potrebbe diventare il tormentone dell’estate 2016, ma forse nell’interesse di tutti, qualcuno  dovrebbe ufficialmente dare delle risposte, nelle sedi istituzionali prima e poi a mezzo stampa, a queste domande che da mesi vengono presentate senza risultato alcuno da comitati, associazioni, singoli cittadini ai vari consiglieri, commissioni, tecnici del comune  e della Camera di Commercio, mostrando a tutti pubblicamente e nella più assoluta trasparenza gli esiti del collaudo della piazza e la sua relativa agibilità

  1. perché non è stato riutilizzato il porfido esistente (dimensioni 10-12 cm) molto più resistente di quello attualmente impiegato?
  2. perché è stata eliminata la fontana centrale e sistemate al suo posto 4 vasche con spruzzatori e bassissimo livello permanente d’acqua?
  3. perché l’alberatura prevista inizialmente è stata drasticamente ridotta e l’attuale da poco messa a dimora e già secca?
  4. perché le sedute, contro la buona regola che ne stabilisce l’altezza a 45 cm sono invece alte 65?
  5. chi deve stabilire a autorizzare l’agibilità della piazza, ora copertura di parcheggio interrato, in base al carico di progetto e permettere l’eventuale accesso ad automezzi e a che tipo di automezzi?
  6. è stata ufficialmente consegnata la piazza dalla Camera di Commercio con relativa necessaria documentazione (collaudo ad esempio)?
  7. Come si pensa di recuperare gli oltre 400.000 euro annuali persi per la cancellazione dei molti parcheggi in superficie?

Ci risulterebbe che la manutenzione della piazza sarà a carico del Comune, ovviamente dopo la consegna ufficiale, e che le varianti introdotte ne aumenteranno significativamente i costi. Cerchiamo davvero  tutti di non sprofondare… ma nel ridicolo.

Invece che minacciare e accusarci di fare “procurato allarme” si risponda… che in democrazia è sempre molto meglio !

Comitato Piazza Verdi

Comitato Cernaia

Quartieri del Levante

Spezia Attiva

Italia Nostra

Legambiente

Advertisements
Annunci
Annunci