A proposito di integrazione… il mercato multietnico di Lerici

LERICI- Parlando di mercato multietnico in data 7 agosto 2015 l’Assessore Luisa Nardone scriveva: “…a ciò è seguita una necessaria risistemazione logistica, che ha dato alla luce un vero e proprio mercato multietnico ove gli operatori ospitati commerciano in prodotti artigianali provenienti dai loro paesi di origine, fruendo di un’invidiabile posizione sul mare all’ombra dei pini marittimi che mitigano le afose giornate estive e gode del servizio di illuminazione durante le ore serali. Il lavoro svolto dall’Amministrazione ha indubbiamente promosso e valorizzato l’integrazione dei soggetti extracomunitari beneficiari, offrendo loro le idonee condizioni lavorative che fino ad oggi mancavano. Tale ricollocazione ha beneficiato il complesso delle persone interessate, spostando nella zona centrale della passeggiata a mare, vicino allo scalo traghetti, tutti gli interessati al progetto etnico, ovviamente, nessuno escluso….”

Peccato che in data 6 luglio 2016 sia stata approvata una delibera di Giunta n. 132 che recita “Di individuare le seguenti aree sul territorio comunale da destinare a posteggi per gli operatori del mercatino multietnico, per un totale di n. 8 (otto) posteggi:
– n. 4 (quattro) posteggi c/o Lerici, Loc. Venere Azzurra, ciascuno di m. 3×2;
– n. 2 (due) posteggi c/o Lerici, Punta del Pertuso, ciascuno di m. 3×2;
– n. 4 (quattro) posteggi c/o San Terenzo, nello spazio tra la passeggiata Mons Castiglione e la Rotonda Pertini di m. 3×2; 
Peraltro la somma è sbagliata, se i posteggi previsti sono 8 la somma di 4+2+4 fa notoriamente 10….

Il tutto solo fino al 30 settembre 2016, il dopo non è dato saperlo.

Ovviamente le zone individuate sono decentrate ed in pieno sole, al posto dei bidoni della spazzatura (e questo la dice lunga….), in totale contraddizione con quanto affermato dall’Assessore Nardone, lo spostamento avviene in piena stagione e senza preavviso, con grave danno economico di chi ha investito, non vi è alcuna certezza sul futuro, e la delibera non spiega i criteri con cui si ridurranno i numeri dei concessionari da 15 a 8 (10?).

In un momento gravissimo in cui tutta Europa si interroga sulle buone pratiche di integrazione di fatto si smantella un progetto lungimirante, nato nel 2003, che ha dato l’occasione agli immigrati coinvolti di integrarsi realmente, fare progetti di vita, creare una positiva rete di relazioni.

Dopo 13 anni Lerici espelle persone che qui da noi erano riuscite a progettarsi un futuro basato sul loro lavoro, persone che hanno famiglie ed amicizie, che a noi piace chiamare “Lericini del mondo”.

F.TO
I Gruppi Consiliari: Cambiamo in Comune, Passione e Competenza, Golfo dei Poeti
Partito Democratico
Sinistra Italiana
Rifondazione Comunista
Comunisti Italiani
Partito Socialista Italiano
Possibile
Sinistra dei Valori

Advertisements
Annunci
Annunci