Valter Chiappini (M5S): “Baudone confermi le sue dimissioni”

SARZANA– L’Assessore all’urbanistica e lavori pubblici Massimo Baudone si dimette dal suo partito e dalla carica in giunta non perché Sarzana è in degrado e non riesce a venirne a capo di una che è una: la piscina di Santa Caterina, Il progetto Botta, il sottopasso di via del Murello, la scuola XXI Luglio, il progetto Marinella diventato piano spiagge, l’ Hotel Laurina, Villa Ollandini. Non perché perde finanziamenti pubblici e impegna malamente soldi dei cittadini: per le piste ciclabili della piana di Marinella e del canale Lunense, per la strada di Tavolara o per la strada dentro al Miro Luperi del cui finanziamento più nulla si sa.
Si dimette per uno sgarbo… e chissà neanche se sarà vero. Intanto valutiamo fra le parole con cui giustificherebbe questo atto la frase:  “…solo il Pd può essere la salvezza di questo paese e della nostra provincia…”  che contiene la triste ammissione che la nostra provincia è alla canna del gas e la presunzione, solita, di proporsi al salvataggio dopo averla fatta sprofondare.  Il Pd ha ampiamente già dimostrato prima con La Spezia, poi con Santo Stefano e oggi con Sarzana che poco gli interessa risolvere i problemi dei cittadini, ma che contano molto di più gli interessi al partito legati solo a logiche di potere interno.
La evidente spaccatura politica all’interno del PD sarzanese, a due anni dalla presunta fine del mandato e gli sconvolgimenti politici del dopo elezioni sono una ragione più che solida per denunciare la poca credibilità di questa giunta e del PD. Altro che ergersi a unici salvatori della patria! Tralasciando le inchieste e gli scandali che hanno coinvolto i grandi nomi PD del territorio come Paita e Guccinelli e distrutto la credibilità del partito,  come dimenticare infatti l’agile salto della barricata del Consigliere Frassini, che in barba alla volontà  dei suoi elettori di centro destra, dichiara, dopo averlo fatto con le sue azioni, per molto tempo di appoggiare questa maggioranza ? Come dimenticare il siluramento dell’Assessore Chiatti per motivi che, ad oggi, rimangono ai più misteriosi, ma chiaramente dettati dall’insubordinazione dell’alleato SEL fatta pagare dal Sindaco Cavarra? Oggi l’Amministrazione ed il PD non sono più quelli votati nel 2013 e le beghe interne, gli attaccamenti alla poltrona, le promesse non mantenute, i fallimenti dei progetti dovrebbero suggerire l’abbandono al Sindaco Cavarra. Abbia quindi Baudone il coraggio di non avere paura e confermi, senza “se” e senza “ma”, le sue dimissioni, senza sotterfugi per rimanere aggrappato alla poltrona. Altrimenti dimostrerà, se mai ce ne fosse bisogno, che  la prepotenza e l’arroganza, con cui persino all’interno del partito pochi prevaricano gli altri, ha la meglio a scapito, non solo del suo Partito, ma dell’intera Sarzana.

Valter Chiappini
Consigliere Comunale Capogruppo
M5S Sarzana

Advertisements
Annunci
Annunci