Da ATC precisazioni su acquisto autobus, Guerri chiede le dimissioni di Goretta

LA SPEZIA- ATC , dopo il botta e risposta tra Renato Goretta e Giulio Guerri, capogruppo della Lista Civica “Per la nostra città“, invia un comunicato per  fare definitivamente chiarezza sull’acquisto degli autobus appena acquistati.
Trattasi di bus MERCEDES BENZ modello CITARO, EURO 3, dotati di area condizionata e pedana manuale per disabili. Hanno percorso, alla data della consegna, avvenuta nei primo giorni di luglio, da un minimo di 612.000 Km ad un massimo di 640.000 Km. Stante la tipologia e la qualità dei mezzi, salvo naturalmente situazioni imprevedibili, possono percorrere circa ulteriori 600.000 Km. Va tenuto presente che in media essi percorreranno circa 50.000 Km annui. La data di prima immatricolazione di quattro autobus è il 2006, di uno il 2003. Sono costati quattro, 59.500 euro e uno 37.000 euro. Considerato che i nuovi bus, classificati come detto Euro 3 sostituiranno mezzi Euro 2 e che per i bus Euro 3 è previsto il rimborso delle accise sul gasolio, dalle stime riferibili ai chilometri che percorreranno e ai consumi medi annui, riteniamo di risparmiare annualmente circa 25.000 euro sulle accise. Ci scusiamo per aver fornito un dato errato circa la data di immatricolazione, frutto di una imprecisione comunicativa interna ma, riteniamo, date le condizioni, ovvero il ritardo nella definizione dei finanziamenti per il rinnovo del parco autobus da parte degli Enti preposti, di aver acquistato mezzi di buona qualità, ad un prezzo competitivo e aver dato una seppur minima risposta ad utenti e autisti che possono, almeno sulle tratte in cui sono utilizzati i nuovi bus, godere di un viaggio maggiormente confortevole“.

Guerri risponde e attacca, chiedendo le dimissioni di Goretta. 
“L’amministratore di Atc Renato Goretta deve dare le dimissioni. Dopo che Atc, sette giorni fa, ha mandato un delirante comunicato in cui- rispondendo al posto del sindaco ad una mia interrogazione sui mezzi usati comprati dall’azienda e subito finiti in officina appena immessi in servizio- mi accusava (testualmente) di “dichiarazioni palesemente false atte solo a discreditare l’Azienda” perché avevo detto che tali autobus usati, fra le altre cose, avevano almeno dieci anni (Atc ha affermato che ne avevano 6), adesso con un nuovo comunicato la stessa Atc si “scusa” perché per un “errore interno di comunicazione” si sono accorti che i mezzi acquistati hanno in effetti oltre 10 anni. La circostanza la dice lunga sul livello di competenza dei vertici Atc. In attesa di capire se l’amministratore unico Renato Goretta conoscesse la vera età di questi mezzi al momento in cui li ha comprati o si sia accorto solo adesso di aver comprato, per conto dei cittadini e con il loro denaro, autobus vecchi del 2006, non c’è altro da chiedere se non le sue immediate dimissioni. Tale richiesta perverrà ufficialmente al sindaco, tenuto conto che egli ha la doppia responsabilità di averlo scelto e di dover vigilare su quello che viene fatto in un’azienda che è di proprietà dei cittadini”.

Advertisements
Annunci
Annunci