Festival Paganiniano di Carro: arriva la 15a edizione

CARRO- Si rinnova anche quest’anno l’impegno della Società dei Concerti nell’organizzazione del Festival Paganiniano di Carro, giunto oggi alla sua quindicesima edizione, sottotitolata “Niccolò Paganini e il virtuosismo strumentale”, che si terrà dal 16 luglio al 14 agosto prossimi.

La manifestazione, ideata e coordinata dalla Società dei Concerti in collaborazione con il Comune di Carro e gli altri Comuni dell’Alta e Media Val di Vara, si avvale del sostegno del MIBAC – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e, come di consueto, dell’associazione Amici del Festival Paganiniano. Il Festival, giunto alla 15a edizione, è realizzato con il contributo della Fondazione Carispezia nell’ambito del Bando “Cultura in Rete” 2016 e sponsorizzato anche quest’anno da Isagro Spa. La manifestazione si fregia dell’etichetta Effe 2015-2016 (Europe for Festivals, Festivals for Europe): si tratta di un riconoscimento attribuito a 761 festival in 31 differenti Paesi europei, che prevede l’inserimento di tali iniziative nell’apposita piattaforma internazionale dedicata a professionisti e semplici appassionati, per rimanere aggiornati sui festival in programma in tutta Europa.

Carro è il paese di origine degli avi di Niccolò Paganini. La casa della famiglia Paganini, l’unica dimora paganiniana ancora esistente, si trova nel vicolo principale del paese e, acquistata dall’Amministrazione comunale, ospita un “Centro di documentazione paganiniana”. Il Centro verrà inaugurato a luglio, in occasione delle due masterclass incluse nel programma del Festival. Proprio nella Piazza della Chiesa di Carro si terrà, inoltre, sabato 16 luglio alle ore 21.00, il concerto inaugurale del Festival, con protagonisti Massimo Quarta al violino ed Elisa Tomellini al pianoforte. Carro è quindi indubbiamente fulcro della manifestazione, dalla quale partirà una serie di concerti che investiranno l’Alta e la Media Val di Vara, rendendo protagoniste anche note località liguri della riviera come Sestri Levante, Framura e Bonassola. Insigni musicisti di fama internazionale faranno rivivere le note di Paganini (e non solo), in un contesto paesaggistico suggestivo della vallata ligure. Un calendario ricco di appuntamenti di particolare valenza turistica, che ogni anno attrae nella splendida cornice dell’Alta Val di Vara pubblico proveniente non solo dal Levante ligure, ma anche dal Tigullio, dalla Versilia e da Genova, che vanta anche numerose presenze da tutta Europa.

Il Festival vedrà la partecipazione di molti celebri artisti tra cui citiamo, oltre Massimo Quarta, il Quartetto d’archi alla Scala, la Camerata del Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam, Domenico Nordio, Nicolae Tudor, Vittorio Ceccanti, ed avrà una connotazione fortemente interdisciplinare, grazie ai numerosi eventi collaterali che arricchiranno i concerti: dalle mostre alle Conversazioni Paganiniane, fino agli incontri creativi. Non solo musica quindi, che, rimanendo la protagonista indiscussa dell’evento, sarà accompagnata da eventi sulla pittura, la scultura, la letteratura, al fine di creare un momento artistico di forte impatto culturale. Il Festival è infine patrocinato dall’ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane) Sezione Liguria e dal FAI Fondo Ambiente Italiano – Delegazione di Portofino/Tigullio per la sua opera di valorizzazione del territorio e del suo patrimonio architettonico.

Per saperne di più http://www.paganinimusicfestival.com e http://www.sdclaspezia.it
Info info@paganinimusicfestival.com – info@sdclaspezia.it oppure 0187/731214 e 338/6623132

Advertisements
Advertisements
Advertisements