Svetlana Zacharova emoziona il pubblico del “Carlo Felice”

GENOVA– Straordinario successo, confermato da un tripudio di applausi, per “Amore”, il nuovo spettacolo dell’étoile russa Svetlana Zakharova, andato in scena ieri sera al Teatro “Carlo Felice” di Genova.

Tre i balletti, di altrettanti coreografi contemporanei, che hanno emozionato il pubblico genovese ed i tanti turisti giunti da tutto il mondo: ad aprire la serata, Francesca da Rimini, sulle musiche di Pëtr Il’ič Čajkovskij, creato nel 2012 per il San Francisco Ballet da Yuri Possokhov, coreografo incline alle storie drammatiche e romantiche. Sul palco, accanto a Svetlana, anche Michail Lobukhin e Denis Rodkin, entrambi solisti del Balletto Bol’šoj di Mosca. Subito dopo, Rain before it Falls, coreografia creata nel 2014 da Patrick De Bana – appositamente per la Zakharova – su musiche di Georg Friedrich Händel, Ottorino Respighi e Carlos Pino-Quintana: De Bana, danzatore e coreografo tedesco considerato tra i più interessanti del panorama contemporaneo, in questa occasione si è presentato nel doppio ruolo di autore e co-interprete. Infine, Strokes Through the Tail, creato nel 2005 per la Hubbard Street Dance Company di Chicago da Marguerite Donlon, una coreografia che trova ispirazione nella Sinfonia n. 40 di Wolfgang Amadeus Mozart e nella quale i danzatori incarnano la struttura di tale notazione rivelando tutto il genio e l’umorismo del grande compositore.

Svetlana Zakharova è oggi considerata la più grande ballerina vivente, già allieva dei grandi maestri dell’Accademia di Ballo Vaganova di San Pietroburgo, prima ballerina al Teatro Mariinskij e del Teatro Bol’šoj, Artista emerito di Russia ed insignita del “Premio di Stato di Russia”.

Alle 20.30, orario di inizio dell’atteso evento, è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle 9 vittime italiane dell’attentato di venerdì scorso a Dacca, capitale del Bangladesh. “Vi sconfiggeremo, così come in passato abbiamo già sconfitto altri come voi” – è stato il messaggio lanciato dalla cultura genovese ai terroristi dell’autoproclamato Stato Islamico.

(Francesco Munari)

 

Advertisements
Annunci
Annunci