Una nota di Stefania Martinico sulla mostra di Neddi Gianrossi

LA SPEZIA-Essere trasportati nella propria infanzia … e ritornare a guardare quei movimenti indefiniti e magnetici dell’acqua, qual “variopingersi” di colori astrali e distanti, diventa incantevole bellezza e soffio vitale”. “Accade che, dinanzi ad un opera di Neddi Gianrossi, il tempo ti trasporti a quando almeno una volta nella vita hai avuto modo di accantonare i pensieri rinascendo nel silenzio dello sguardo..”
“Non esiste il presente … esiste l’attesa del futuro.. di un momento in cui, i colori vivi nella tela si distacchino da quello stato materico “falso” per divenire acqua dinamica che manifestandosi stravolge.”
“Una realtà paesaggistica “tagliata” fuori dal riflettersi dei soggetti nell’acqua. Che sia mare, fiume o pozzanghera poco importi, che sia riflesso inconscio di un desiderio unico e leggero, del poter volare e modificare lo stato proprio e altrui, si, importa e diventa rilevante, perché delicato e maturo”.
“Quando un Artista dona parte del suo essere, della sua anima melodica e della reale dolcezza, allora ogni contatto con la realtà acquisisce un criterio di valutazione diverso, perché incantato, protetto da un immenso amore materno che crea armonia tra chi guarda, immagina, pensa e crea”.
“Neddi Gianrossi esprime poesia attraverso una pittura che parla dell’essere definito e dello stato incantevolmente indefinito ma incantato dell’acqua.”

Sono emozioni e sensazioni provate e ricevute dopo aver visionato le diverse opere di Neddi Gianrossi in questo periodo in mostra, presso il “Circolo Ufficiali della Marina Militare V. Veneto”, Viale Italia n.2.
Una personale che mostra l’evoluzione cromatica dell’artista con venti opere, realizzate nel periodo 2009 – 2016 che si variano e completano dalla distinzione dei soggetti e delle tecniche tra cui l’acrilico e la lavorazione della polvere di marmo con i pigmenti.
Di particolare bellezza molte opere, di carismatica attenzione la tela apposta nella prima stanza della sala Azzurra dal titolo “Riflessi Corde e gomene” un acrilico cm 60 x 60 del 2011 e “Autunno, viaggio della foglia” una tecnica mista con polvere di marmo e pigmenti cm 50 x 70 del 2009 esposta nella seconda stanza.
Neddi Gianrossi dopo aver conseguito il diploma di maturità presso il Liceo Artistico di Carrara si è laureata presso L’accademia di Belle Arti della stessa Carrara. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive, partecipando con successo a rassegne nazionali e internazionali. Le sue opere sono presenti in collezioni pubbliche e private.
La mostra è visitabile fino al 30 giugno 2016, ed è possibile contattare l’artista al 3498646615 per essere guidati durante la visita.

Stefania Martinico Dott.sa in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo

306383_224491770945529_1599794374_n

Advertisements
Annunci
Annunci