In libreria “Il segno del sale”, il nuovo giallo di Massimo Ansaldo

Da ieri in libreria Il segno del sale, il nuovo giallo di Massimo Ansaldo.
Copertina SEGNO DEL SALE nuovo dorso
È ambientato nel Golfo dei Poeti l’ultimo lavoro dello scrittore e avvocato spezzino Massimo Ansaldo, edito per i tipi Leucotea.
Fin dalla prima pagina ci si ritrova subito immersi nei vigneti odorosi di mare dell’Estremo Levante Ligure, dove il tempo ha una dimensione più lenta e pacata. E altrettanto presto s’incontra l’odio tra due famiglie; un dissapore antico, risalente agli anni della guerra, quando la morte di Giovanbattista Durante aveva coinvolto Mario Roversi, fuggito poi in Argentina per evitare il processo. E che adesso condiziona l’intero paese. È una serie di morti “accidentali” ad insospettire il commissario Iurato, che dovrà risolvere un intrigo nato in tempo di guerra quando un manipolo di amici aveva cercato un facile guadagno… Interessi personali ed economici sono ancora in gioco e la paura di una scomoda verità induce molti a non rimestare nel passato. Per interrompere la scia di sangue e rendere giustizia ai morti, l’estroso e geniale commissario Iurato avrà tempo fino a Pasqua. E dovrà usare ogni mezzo, anche l’aiuto di un vecchio e malato boss della malavita.
Massimo Ansaldo nasce  a Varazze (SV) nel 1959 e attualmente  vive a La Spezia, esercitando la professione di avvocato con studi a Genova e La Spezia. È cofondatore della associazione culturale Chesterton’s cigars and spirits club di La Spezia ed ha collaborato con istituzioni e associazioni culturali del Levante Ligure.
Advertisements
Annunci
Annunci