Battistini (M5S): “Bomba d’acqua in città, perché non è stato allertato il Nucleo Sommozzatori della Spezia?”

LA SPEZIA– Nelle prime ore del mattino, sulla zona est della Spezia si è abbattuta una vera e propria bomba d’acqua che ha allagato gran parte dell’Arcolano e del Vezzanese con strade trasformate in veri e propri torrenti e molta paura tra la popolazione. A La Spezia opera, in maniera efficiente, il Nucleo Sommozzatori che però, inspiegabilmente, non è stato minimamente allertato dal comando dei Vigili del Fuoco e che dunque non è potuto intervenire nella gestione dell’emergenza!

Ci chiediamo, dunque, per quale motivo non si è voluto utilizzare la professionalità del Nucleo Sommozzatori della Spezia? Quegli uomini avrebbero potuto garantire un rapido intervento ed invece ad essere allertati sono stati i sommozzatori di Genova. La questione non è certamente quella della professionalità, che sicuramente non manca ai Sommozzatori di Genova, ma piuttosto il nodo di fondo sta sulla capacità logistica di un più rapido intervento che i sommozzatori della Spezia avrebbero potuto garantire proprio per la presenza sul territorio.
Ci auguriamo che questa discutibile scelta non sia stata fatta per dar seguito, in maniera subdola, a quella intenzione scellerata di chiudere il presidio spezzino trasferendo tutti gli uomini a Genova.

La Spezia non è scevra da rischi di alluvione, purtroppo, ed inoltre, come già detto più volte, con un porto in espansione come il nostro ed un rigassificatore sulla costa, chiudere, o solo tentare di chiudere,  il Nucleo Sommozzatori della Spezia, magari cercando di dimostrare che ad oggi non viene garantita alcuna tempestività di intervento, sarebbe davvero una follia! I nostri concittadini hanno bisogno di sentirsi protetti ed i nostri sommozzatori possono garantire, se allertati, un intervento rapido ed efficace.

Francesco Battistini

Consigliere Regionale M5S Liguria

Advertisements
Annunci
Annunci