Il Suono del Tempo – Antichi Organi, 3° appuntamento in Piazza Brin

LA SPEZIA– Venerdì 3 giugno terzo appuntamento con “Il Suono del Tempo – Antichi Organi”, il nuovo progetto dell’Associazione Musicale César Franck dedicato alla valorizzazione degli strumenti storici più importanti e significativi del territorio e realizzato con il contributo della Fondazione Carispezia nell’ambito del bando “Cultura in Rete” 2016.
Del nuovo più ampio e articolato progetto è parte integrante la storica Rassegna Internazionale d’Organo “Città della Spezia”, che festeggia quest’anno 25 anni di attività, organizzata in collaborazione con i Comuni della Spezia e di Portovenere e con la Curia Vescovile della Spezia.

Il terzo concerto, in programma venerdì 3 giugno alle ore 21,15, ad ingresso libero, vedrà esibirsi l’organista Emanuele Carlo Vianelli sull’organo “Giovanni Tamburini” del santuario di Nostra Signora della Salute di piazza Brin. L’organista, nel totale rispetto dell’estetica dello strumento, proporrà un repertorio post romantico italiano detto “ceciliano” e alcuni adattamenti per organo di brani barocchi, tra cui una trascrizione di Bach ad opera di Ulisse Matthey, il celebre organista che nel 1925 inaugurò proprio l’organo della chiesa della Scorza.

Emanuele Carlo Vianelli, titolare ai grandi organi del Duomo di Milano dal gennaio 2005, ha iniziato gli studi musicali sotto la guida paterna e si è diplomato brillantemente presso la Civica Scuola di Musica di Milano e presso il Conservatorio “L. Campanini” di Mantova, perfezionandosi successivamente in organo e improvvisazione sotto la guida di Lionel Rogg presso il Conservatorio Superiore di Ginevra. Ha seguito numerosi corsi di specializzazione approfondendo in modo particolare l’interpretazione del repertorio bachiano con Wilhelm Krumbach e l’interpretazione della letteratura romantica e contemporanea con Arturo Sacchetti. Nel 2010 ha rappresentato l’Italia in occasione della rassegna organistica internazionale voluta dal Patrimonio Nacional di Spagna per celebrare il 500° anniversario della nascita di Antonio de Cabezon.

 

Advertisements
Annunci
Annunci