Spezia, le palle…girano! (speciale playoff: la fortuna siciliana)

Premetto che personalmente non credo nei complotti e nella malafede, altrimenti non amerei così tanto lo sport in generale ed in particolare gli sport di squadra come il calcio, ma anche ieri qualcosa “non torna“. Lo Spezia esce a testa alta dall’incontro di andata contro il Trapani nella semifinale playoff per un posto in serie A. I ragazzi di mister Di Carlo hanno provato senza mollare mai ma alla fine è arrivato pure il gol vittoria “beffa” dei siciliani per il definitivo 0-1. Peccato, ma il calcio è spietato e per realizzare un obiettivo serve soprattutto un pizzico di fortuna rispetto all’avversario e il Trapani in questo caso ha prevalso sugli aquilotti. “Picco” rigonfio di tifo aquilotto con coreografia magnifica della curva “Ferrovia”. Gli aquilotti sono sbattuti contro il muro siciliano o contro la traversa, come nel caso dell’occasione di Calaiò, oppure contro le sviste dei direttori di gara (a proposito: gli addizionali di porta a cosa servono, se non vedono certi episodi? Solo a sottrarre denari alle società; sarebbe meglio investire finanze sui sensori di porta o no?).

Adesso lo Spezia martedì sera è impegnato a provare a far l’impresa delle imprese: vincere con due gol di scarto in Sicilia. Se non impossibile, pare davvero una chimera riuscire a ribaltare il pronostico contro gli uomini di mister Cosmi. Lui ha davvero un conto sempre aperto quando allena formazioni di colore granata (Arezzo stagione 97’/98′ docet). Comunque vada #Mimmolandia va avanti, ci hai portato nel punto più alto della storia (recente) aquilotta e noi siamo sicuri che il percorso non è ancora terminato, il futuro è aquilotto! Grazie Volpi!

(Cristiano Sturlese)

Advertisements
Advertisements
Advertisements