“Presidio Slow Food per la scherpada”: la proposta di Francesco Ponzanelli (Santo Stefano Magra)

SANTO STEFANO MAGRA– Domenica 29 maggio ore 21 a Ponzano Superiore, nella sala del Centro Sociale C. Orsini si terrà l’incontro “Rilanciamo il territorio e le sue peculiarità enogastronomiche con scelte semplici ma innovative. Obiettivo: aumentare la qualità della vita!!! “ con Francesco Ponzanelli, candidato Sindaco a Santo Stefano Magra per la Lista Civica “Per Santo Stefano Magra”.

La nostra proposta di chiedere il “Presidio Slow Food” per la “Scherpada “, piatto tipico di Ponzano Superiore, costituito da una torta di “erbi” cotta nei testi di terracotta è un’idea che costa poco e ci permette di far conoscere, a tutto il sistema Italia legato a Slow Food, un piatto forte di una sua unicità.
La possibilità di avviare un gemellaggio con il Comune di Brà (CN), dove ha sede, nella frazione di Pollenzo, l’Università degli Studi di Scienza Gastronomiche, ci consente di portare per la prima volta il nome del nostro Comune, fuori dalla Provincia, mai infatti, le passate amministrazioni, hanno fatto gemellaggi con città italiane o europee. Tanto più che questo gemellaggio, insieme alla richiesta che presenteremo all’Associazione” Sloow Food”, per entrare nel circuito italiano delle “Città Sloow”, può essere veramente il trampolino di lancio per un sistema di sviluppo integrato legato anche alla creazione di prodotti a “km zero” ed al recupero reale di zone abbandonate del nostro territorio.

Ponzanelli Sindaco

Lo spazio agricolo nella fascia collinare del nostro territorio è molto ampio e nel contempo in una fase di pericoloso abbandono, la nostra scelta di condurre una forte azione di recupero dello stesso vuole essere il segnale di come sviluppo e attenzione del territorio riescono, se ben strutturati, a modificare in modo sensibile oltre che l’economia locale anche il livello naturale del territorio stesso. La volontà di intervenire concretamente su questo progetto di recupero del territorio, ci vedrà creare una delega apposita ad un Consigliere Comunale che avrà il compito di seguire, insieme alla Giunta ed agli uffici competenti, questo filone di interventi su cui poter attivare finanziamenti europei.

Advertisements
Annunci
Annunci