Bacchus, 4° e ultimo appuntamento de Il Muro della domenica Luca Locati Luciani Presenta “Sex and the world” di Bruno Casini

LA SPEZIA– Domenica 29 maggio alle ore 19,00 quarto e ultimo appuntamento per “Il muro della domenica” il ciclo di presentazioni letterarie redatto da Bacchus durante questo mese, nell’occasione l’attore e scrittore Luca Locati Luciani presenterà “Sex and the world,viaggi gay e rock n’roll” di Bruno Casini. Scrittore Fiorentino, si occupa da sempre di comunicazione e promozione culturale. Laureato in storia del cinema con Pio Baldelli, è stato negli anni Ottanta tra i fondatori della rivista Westuff e ha diretto per oltre dieci anni – nel capoluogo toscano – l’Independent Music Meeting, prima rassegna italiana delle etichette indipendenti. Primo manager del gruppo, ha pubblicato In viaggio con i Litfiba. Cronache rock dagli anni Ottanta (ZONA, 2009), il libro che ne ha anticipato la reunion. Tra i fondatori del Banana Moon, storico freak-rock club fiorentino, ha dedicato a quella esperienza il libro omonimo (ZONA, 2008). Ha pubblicato anche Felici & Maledetti. Che fine ha fatto Baby Jane? Moda e clubbing anni Ottanta a Firenze (ZONA, 2011) e Ribelli nello Spazio. Culture Underground Anni Settanta (ZONA, 2013); 1975: viaggio in Afghanistan (Catcher, 2006) e curato i volumi Tondelli e la musica (Baldini & Castoldi, 1994) eFrequenze Fiorentine (Arcanapop, 2003).

Sex-and-the-world

Bruno Casini è un personaggio che lascia il segno, ovunque vada e in chiunque lo conosca. La sua grande vitalità, curiosità e inesauribile voglia di scoprire luoghi e persone l’hanno sempre spinto in giro per il mondo a caccia d’esperienze e di avventura: in questo libro racconta più di 25 anni di viaggi e incontri, da un rocambolesco tour tra Orano (Algeria) e Marrakesh (Marocco) nel 1973 a un appuntamento (quasi) al buio a Zurigo, nel 2009.
Storie di vita, amicizia, amore, musica, politica, sesso, letteratura, inclinazioni ideali, trasgressioni, conquiste e battaglie in nome di un mondo più libero e giusto – per viaggi di piacere e non solo, c’è anche una finestra sui lavori forzati del servizio militare. Qui c’è insomma buona parte della strada che il ragazzo Bruno ha percorso fin qui, ed è decisamente tanta. E bella. Di mezzo ci sono Patmos, l’isola greca dove san Giovanni avrebbe scritto l’Apocalisse, e la Gay Bay Area di San Francisco, Berlino alla vigilia della caduta del muro e Zeltweg, in Austria, per il concerto dei Rolling Stones nel 1995, e poi Londra, Madrid, Barcellona, Cordova, Parigi, Atene, Praga, Lisbona, Amsterdam, New York, Los Angeles, Ketama, ancora in Marocco, e Herat, in Afghanistan, insieme a tappe a più corto raggio, nel perimetro italiano.

Da Repubblica.it: Il nuovo libo di Bruno Casini

Luca Locati Luciani
Nato a Carrara nel 1976, dopo la maturità classica,diplomatosi presso la scuola di teatro colli di Bologna, si dedica ad esperienze teatrali come attore tra cui, nel 1996, “Dante e l ‘intelletto d ‘amore” regia di Giorgio Albertazzi, “il gabbiano” di Cechov nel 1998 con la regia di Vadim Mikheenko, e una tournee de “la locandiera” di C. Goldoni (98-99) con la compagnia dei borghi di Parma. E’ assistente alla regia nel film “quelle piccole cose” di Fabrizio Cattani (2000) e regista di una messinscena da “Loretta Strong” di copi, presentata in alcuni festival di teatro GLBT. Collabora alla rivista culturale “il libro volante”(2006-2007). Da tempo sta creando un vasto archivio di materiale storico GLBT (libri, foto, stampe) con la speranza di poterlo, in futuro, aprire al pubblico, creando una fondazione.

Luca-Locati-Luciani

Advertisements
Annunci
Annunci