Gens antenati comuni culti comuni. La mostra di Nicola Ruggia

LA SPEZIA – Gens antenati comuni culti comuni è forse la personale più intima di un fotografo poco noto nelle cronache cittadine, ma dall’esperienza e dal talento rilevanti in ambito nazionale e non solo.

Nicola Ruggia, fotografo di Jazzit per molti anni oltreché finalista Leica Talent Prize, regala al Pubblico 20 fotografie in bianco e nero da vedere per chi ama il mondo ed è convinto, come d’altronde lo stesso autore esprime sin dall’incipit che caratterizza questa serie di stampe fine art  50×70 dal passe-partout classico ed elegante, che non esistano stereotipi così come codificati spesso dai mass media. Una dimensione incantata e intima fatta di gesti e rituali che uniscono ogni uomo donna o bambino su questo pianeta sono ritratti nelle sue istantanee.
Tecnicamente ineccepibile la mostra allestita in anteprima presso l’H.Esposizione, raccoglie, visi, azioni, sogni impressi nei molti viaggi in cui il reporter investe ogni suo risparmio: Parigi, Londra, Barcellona, ma anche Marsiglia, Cordoba, Reggio Emilia, Siviglia, Lisbona, Venezia, Porto, Lanzarote, Milano.
Ogni immagine e’ un pianeta a se stante dove surrealismo e melanconia al primo impatto svelano ad una lettura approfondita il senso divertito e umano con cui Ruggia ha girato questi pezzi di Terra, uniti dai gesti.
La mostra è in corso da H.Esposizione, Via Vittorio Veneto 17, fino al 9 Giugno. Fare un salto e unirsi ai tanti visitatori, vi farà riscoprire il bello della Fotografia di strada.
H.B.
Advertisements
Advertisements
Advertisements