Misura x Misura, oggi: gli Evasi riscrivono Shakespeare

LA SPEZIA- Ecco pronta al debutto l’ennesima fatica teatrale della Compagnia degli Evasi, che, nell’anno in cui si celebrano i 400 anni dalla morte di Shakespeare, sempre in cerca di nuove strade e nuovi stimoli,  regala al suo pubblico  “Misura x Misura, oggi” scritto e diretto da William Cidale, che riferendosi al palinsesto della tragicommedia di William ShakespeareMisura per Misura” ne ha rielaborato la drammaturgia in chiave attuale.

Il debutto sarà venerdì 27 ed in replica sabato 28 maggio alle ore 21:15, a La Spezia, al Teatro Dialma Ruggiero, in via Monteverdi 117.

<Durante una sua falsa assenza dalla città che governa, racconta Cidale, il Duca delega il potere a un Sostituto che si rivela tanto severo nella campagna contro la decadenza dei costumi, che il Duca stesso è costretto ad intervenire per ristabilire l’ordine. Sfruttando un improbabile travestimento, il Duca riesce ad avvicinare la sorella di un condannato a morte, reo di aver messo incinta una fanciulla, e indicarle un modo per sfuggire alle trame del Sostituto Governatore e nel contempo salvare la vita al fratello. In questa tragicommedia poco rappresentata,  Shakespeare, precisa Cidale, più che in altre sue opere, riesce ad indagare lucidamente sia sulla natura del Potere, espressione di una società ormai annoiata e ripiegata su se stessa, sia sulle radici dell’Utopia, figlia di un fanatismo violento e non meno disumano. Il tono grottesco dello spettacolo, che guarda sovente al mondo del cabaret più goliardico e scanzonato, non riesce ad annullare l’amara sensazione nata dal nichilismo di fondo che ammanta con la sua malinconia tutta la realtà contemporanea. Mancano, dello Skakespeare originale, le cappe, i merletti ricamati, gli scenari elisabettiani. Sussistono, d’altra parte, le ipocrisie di un sistema di potere stanco, ormai svuotato della pur minima tensione ideale, l’estremismo fanatico di chi vuole imporre la “purezza morale” per legge, la squallida meschinità di un sottoproletariato ignobile. Medesime rimangono le disillusioni, i tradimenti, i fulmini bastardi della casualità. E’ teatro che ricerca, sapendo cosa cercare: il filo che lo leghi a una grande tradizione capace di rinnovarsi sempre. Anche oggi.>

I protagonisti dello spettacolo, 130 minuti in due atti, insieme allo stesso Cidale,  sono i navigati attori evasi: Massimo Luongo, Alessandro Vanello, Simone Tonelli, Matteo Ridolfi, Andrea Carli, Marco Balma, Nicoletta Croxatto, Elena Mele, Camilla Berrettoni. La direzione tecnica e le luci dello spettacolo, sono affidate a Luigi ‘Gino’ Spisto, assistenti alla regia Lucia Carrieri e Deborah Grassi, scenografie di Alessandro Vanello realizzate insieme ai costumi dal laboratorio creativo degli Evasi.

Biglietti € 10 – ridotto €8 per  under 18 a over 65 anni.

Info e prenotazioni 3495713757 anche sms.

www.evasi.it

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci