Spezia le palle girano (obiettivo playoff raggiunto senza “ma” e senza “se”)

LA SPEZIA- Lo Spezia raggiunge per il terzo anno consecutivo i playoff per giocarsi un posto in serie A, tra le sei formazioni classificatesi dal terzo all’ottavo posto. Questo dovrebbe e deve essere motivo di orgoglio. Tutto il resto conta poco, visto che quando venne Mimmo Di Carlo nel novembre scorso, gli aquilotti galleggiavano in zona playout. Pazienza se adesso i ragazzi sembrano stanchi a livello psico-fisico, possiamo anche concederlo, visto la lunga rincorsa nel girone di ritorno. Contro l‘Ascoli è bastato il pareggio per centrare l’obiettivo. Alla fine sembrava più averlo centrato la formazione marchigiana che la nostra. Ricordiamoci sempre quanto succede alle spalle, perché è vero che bisogna sempre migliorarsi e guardare avant,i ma tante volte serve anche un equilibrio onesto e riconoscere gli sforzi e quanto di buono è stato fatto.

Adesso senza pretese e senza nulla da perdere gli aquilotti martedì sera si giocheranno tutto o quasi nella trasferta di Cesena con solo un risultato da centrare per continuare gli spareggi: vincere. Compattiamoci perché se il prossimo anno sarà il quinto anno consecutivo di cadetteria, da queste latitudini è pur sempre un aspetto positivo, vista la storia del club di via Melara. #Mimmolandia esiste eccome, pazienza se il punto massimo lo abbiamo raggiunto e superato, siamo sicuri che ne verranno altri…c’è solo da aver fiducia…proprio perché “l’appetito vien mangiando…”

Che si vinca o che si perda, forza Spezia, il resto…

(Cristiano Sturlese)

Advertisements
Annunci
Annunci