Al “Seafuture” di La Spezia il nuovo Interceptor 43’ firmato dal Cantiere Navale Vittoria

Il Cantiere Navale Vittoria, specializzato nella costruzione di imbarcazioni paramilitari, da lavoro e passeggeri fino a cento metri di lunghezza, parteciperà per la prima volta al Seafuture & Maritime Technologies 2016, in programma all’Arsenale Militare di La Spezia dal 24 al 27 maggio 2016. In quest’occasione, il cantiere di Adria presenterà l’Interceptor 43’, che sarà ormeggiato in darsena Pagliari, in esposizione per i visitatori durante tutta la durata del salone.

La nuova unità si ispira agli standard della US Customs and Border Protection del ministero della Sicurezza interna degli Stati Uniti d’America per svolgere operazioni di salvaguardia della vita umana in mare, di contrasto all’immigrazione clandestina, al contrabbando e alla pirateria. Concepito per un utilizzo militare, l’INTERCEPTOR 43’ dalla veste mimetica, in grado di camuffarsi tra le onde del mare, coniuga l’eccellenza italiana nella progettazione e costruzione degli scafi e l’elevate capacità di performance della motoristica americana grazie all’inserimento dei motori Mercury.

Il prototipo, realizzato in resina vinilestere rinforzata con tessuti di vetro, carbonio e kevlar, ha un lunghezza fuori tutto di 14,04 metri, una larghezza complessiva di 2,81 metri e una profondità di 1,98 metri per 9,93 tonnellate di dislocamento a pieno carico. Dimensioni che consentono di ospitare a bordo un equipaggio di 6 persone. Gli studi sulla carena e la sua speciale conformazione “a step”, consentono all’imbarcazione di combinare le alte velocità a elevate performance in termini di tenute al mare, in totale sicurezza.

La propulsione dell’imbarcazione è assicurata da 4 motori fuoribordo MERCURY VERADO di ultima generazione in grado di sviluppare complessivamente 1200 cavalli. La scelta di questo tipo di propulsione fuoribordo consente di unire semplicità e economicità di gestione e efficienza a elevate prestazioni sia in termini di velocità massima che di accelerazione. Il sistema di controllo SmartCraft® Digital Throttle Shift (DTS) consente inoltre cambiate ultra-fluide, con risposta istantanea dell’acceleratore. L’interceptor può infatti raggiungere la velocità massima di 60 nodi e mantenere una velocità di crociera di 40 nodi. Cambiamenti di temperatura, umidità e altitudine non comportano variazioni significative delle prestazioni dell’imbarcazione garantendo coppia e accelerazione superiori sull’intera gamma di giri. Dall’accelerazione alla velocità massima con un ridotto consumo di carburante.

Non solo imbarcazioni ma anche tecnologia marittima. Cantiere Navale Vittoria presenterà, in collaborazione con Engynya Srl, Vittoria Maintenance, un software in grado di gestire in maniera integrata tutti gli impianti di bordo delle imbarcazioni, la loro manutenzione e diagnostica, dimostrazione dell’attenzione che casa Vittoria da sempre rivolge all’aftermarket. La presentazione avverrà nello stand dell’AIAD, la federazione che riunisce le aziende dell’Aerospazio, della difesa e della sicurezza, e dell’ICE giovedì 26 maggio, alle ore 11:45.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Lunghezza fuori tutto 14,04 m
Lunghezza ossatura 13,22 m
Larghezza complessiva 2,81 m
Profondità 1,98 m
Immersione 0,91 metri
Equipaggio 3 + 3
Velocità massima 60 nodi
Velocità di crociera 40 nodi
Gamma a velocità economica (mare forza 3) 364 nm (674,128 km)
Serbatoio di carburante 2 x 1000 litri
Serbatoio di acqua dolce 1 x 140 litri
Motore 4x MERCURY VERADO OUTBOARD 4 x 300 hp
Dislocamento a pieno carico 9,93 t
Dislocamento in normali condizioni di funzionamento 9,44 t
Dislocamento 7,51 t

Cantiere Navale Vittoria
L’azienda, fondata ad Adria (Rovigo) nel 1927 dalla famiglia Duò, progetta e realizza imbarcazioni militari, paramilitari da lavoro e commerciali rispettando i più elevati standard qualitativi comprovati dalle certificazioni ISO 9001 (Sistemi di gestione per la Qualità – Requisiti), ISO 14001 (Sistema di gestione Ambientale), OHSAS 18001 (Sistema di gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori) e ISO 3834-2 (Saldatura Automatica e Manuale). Dalla sua fondazione il Cantiere Navale Vittoria ha costruito più di 860 unità navali, aggiudicandosi nel tempo diverse forniture per imbarcazioni della Guardia Costiera italiana, dei Vigili del Fuoco, della Guardia di Finanza e della Marina Militare. L’azienda si è aggiudicata inoltre numerose commesse internazionali da Malta, Cipro, Libia, Croazia, Slovenia, Tunisia e Romania. Recentemente sono stati consegnati alla Guardia di Finanza i pattugliatori d’altura gemelli Monte Sperone e Monte Cimone, 58 metri di lunghezza, le più grandi navi mai costruite per le Fiamme Gialle e attuali navi ammiraglie del Corpo.

Advertisements
Annunci
Annunci