De Luca (Area popolare) presenta interpellanza per manutenzione straordinaria monumento Nave Alpino

LA SPEZIA– Su sollecitazione di diversi cittadini e dell’avvocato Cesare Bruzzi Alieti, Luigi De Luca capogruppo di Area Popolare – Nuovo Centro Destra segnala che il monumento dedicato ai caduti della nave Alpino sito sul molo Italia si trova in stato di completo abbandono. E questa situazione è alla vista di tutti i cittadini della Spezia e dei turisti che vi transitano.

alpino 4

Durante la notte del 19 aprile 1943 il cacciatorpediniere Alpino si trovava ormeggiato nel porto della Spezia, più o meno all’altezza dell’attuale faro rosso sul molo Italia, quando la città fu sottoposta ad un devastante bombardamento da parte di oltre 170 aerei inglesi, e verso l’una di notte l ’Alpino fu purtroppo centrato da vari ordigni incendiari che appiccarono il fuoco ovunque, mentre dai serbatoi della nave, colpiti, il carburante in fiamme fuoriuscì e si sparse tutt’attorno. Una bomba  colpì infine i depositi munizioni e la nave saltò in aria e si posò sul fondale  alle ore 2.35, con la morte di gran parte dell’equipaggio, i feriti e i corpi dei Caduti furono portati in viale Italia alla Spezia, dove si assistette ad un tragico scenario. 

NAVE ALPINO

De Luca ha presentato un’interpellanza comunale urgente al Sindaco Massimo Federici chiedendo di intervenire con una manutenzione straordinaria del monumento sul Molo Italia, dove transitano mediamente 400.000 persone rappresentate dai turisti che  sbarcano o che sono in visita della nostra città, anche perché la noncuranza dei segni della storia è sempre segno di disaffezione culturale alla storia stessa.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Advertisements
Annunci
Annunci