“Blues time” Cimino-Labbate-Malnati trio martedì 17/5 h 21,30 da Bacchus

LA SPEZIA- Martedì 17 maggio alle ore 21,30 l’Osteria Bacchus è lieta di ospitare “Blues time” ovvero Lorenzo Cimino alla tromba, Davide Labbate alle chitarre e Alberto Malnati al contrabbasso per un tributo al blues, l’unica consolazione delle disillusioni e sofferenze su cui contare, perché consola anche dal bisogno di essere rincuorati, consolati. Gli arrangiamenti hanno un ritmo coinvolgente, scanzonato come il passo di uno zoppo che si muove a passo di danza, che parte da un motivo semplice, una rima incatenata, alternandosi potenzialmente all’infinito, come le terzine di un poema dantesco, e alla fine per cadere sempre in piedi sul primo accordo, come un gatto che cade dal tetto, sulla strada che poi si trasforma in un altro tetto per un altro giro…
 
..di seguito jam session
info 01871584939 , 3394908117
 
Lorenzo Cimino
Si è diplomato in Tromba presso il Conservatorio di Musica “N.Paganini”, ha compiuto studi di perfezionamento con Pierre Thibaud, Mauro Maur, Antoine Curè. Docente di Strumento Musicale nella Scuola media.
Si forma jazzisticamente nell’ambito Bolognese, suonando con Guglielmo Pagnozzi, Fabrizio Puglisi, Francesco Cusa. Ha inciso il  cd “Amore Pirata” Mamud band con Lester Bowie, e “Jazz Gang” con Gugliemo Pgnozzi
 Ha svolto un’intensa attività concertistica, fondando e lavorando per 10 anni l’Ensemble  Giacinto Scelsi, eseguendo anche numerose composizioni in prima esecuzione assoluta.
Ha partecipato ai seguenti Festival e Rassegne: Festival jazz La Spezia, Teatro Civico,   Anfiteatro Jazz (Lucca); Bologna Sogna (Bologna); Serate Musicali( Milano);   Neue Kammermusik (Bochum); Romaeuropa ; Trieste Contemporanea (Teatro Verdi); Teatro Manzoni (Pistoia); Teatro delle Erbe (Milano); Teatro del Giglio (Lucca); Teatro Comunale (Noto); Teatro Comunale (Firenze); Teatro Verdi (Pisa).
cimino
 
Alberto Malnati 
Impara il basso alla “Scuola jazz di Quarto”, con Luciano Milanese e Piero Leveratto, perfezionando la conoscenza musicale con l’aiuto di grandi bassisti quali Walter Booker, Pierre Bousseguet, Ray Brown e Ron Carter.
Partecipa a festival jazz internazionali e tournée in Italia, Germania, Austria, Svizzera, Francia, Belgio, Olanda, Spagna e Canada, suonando con un considerevole numero d’importanti musicisti: Shawnn Monteiro, Jeri Brown, Kitty Margolis, Jamie Davis, Rev. Lee Brown, Clive Alive, Linda Wesley, Joe Diorio, Mike Stern, Charles Bowen, Red Holloway, Paul Jeffrey, Jesse Davis, Matt Renzi, Plas Johnson, Erich Marienthal, Lisa Pollard, Charlie Mariano, Benny Golson, Consuela Lee, Rachel Gould, Kenny Barron, Jimmi Cobb, Sangoma Everett, Rob Lopez Jimmy Weinstein, Tom Kirkpatrick, Johannes Faber, Sandro Gibellini, Andrea Pozza, Dado Moroni, Luigi Tessarollo, Rosario Giuliani, Riccardo Zegna, Andrea Melani, Dino Piana e altri ancora.
Nel 1999 ha vinto, con ATA Trio, il Barga Jazz e con il pianista Alberto Tacchini guida il “Vajrayana Quintet”.
Dal 1999 al 2011 collabora con lo chansonnier astigiano Giorgio Conte e con il pianista e compositore Nando De Luca. Fonda il quartetto “Hard beat”. Nel 2014 fonda e guida “the Buddy Bolden Legacy band”. Insegna contrabbasso e musica d’insieme e organizza seminari jazz in Genova dal 1994. Dal 1997 al 1999 è stato l’assistente di Buster Williams ai seminari jazz “We Love Jazz. Perfeziona la sua formazione accademica presso i conservatori di Genova e Alessandria.
alberto malnati
 
Davide L’Abbate
Chitarrista siciliano (anche se adesso vive in Liguria), grande estimatore del jazz, Davide L’Abbate inizia a studiare pianoforte all’età di sei anni. Compiuti i 13 anni, si avvicina alla chitarra, prima da autodidatta, poi studiando con Andrea Quartarone.
Nel 1997 si diploma in chitarra moderna, presso il CSM, (una struttura didattica siciliana, seguita da Umberto Fiorentino, Massimo Moriconi, Agostino Marangolo ed altri valenti musicisti italiani), e l’anno seguente entra a far parte del corpo docente della scuola stessa.
Dal 1999 al 2000, insegna presso la Guitaracademy, una scuola fondata da Andrea Quartarone; nel frattempo incide un brano di George Benson riarrangiato che verrà incluso in un cd strumentale. 
Il suo stile jazzistico risente delle influenze di diversi chitarristi, quali George Benson, Bireli Lagrene, Joe Pass, Wes Montgomery, Bill Frisell, ma anche da sassofonisti, John Coltrane e Sonny Rollins tra tutti.
Ha seguito seminari con Mike Stern, Tomaso Lama, Gigi Cifarelli, Massimo Moriconi, Umberto Fiorentino, Stef Burns. Ha collaborato con diversi musicisti siciliani quali Orazio Maugeri, Gaetano Agrò, Carmelo Salemi, Pierangelo Sardella, Salvo Pagnotta, Angelo Di Marco, Calogero Marrali, Giuseppe Mirabella, Giuseppe Costa, Gianpaolo Terranova, Andrea Quartarone. Ha inoltre suonato nei tour di alcuni artisti emergenti del panorama musicale italiano, quali Silvio Salinari e Fabrizio Voghera.
davide labbate
Advertisements
Annunci
Annunci