L’ex assessore Andrea Stretti: Piazza Brin, risorsa per la città.

LA SPEZIA – Piazza Brin è un pezzo di storia della nostra città. Il fatto che è accaduto nei giorni scorsi (un commerciante che ha redarguito due persone che orinavano in strada è stato dalle stesse massacrato di botte ndr) è di una gravità estrema e bisogna lavorare per far si che episodi del genere non si ripetano. Certo è necessario convocare urgentemente il comitato per l’ordine e la sicurezza per verificare le contromisure necessarie per dare risposte ai cittadini. Ma questo non basta, l’intervento non può essere solo repressivo, bisogna anche dare una funzione a Piazza Brin.

Bisogna sfruttare le energie positive che esistono nella nostra città ed in particolare nel quartiere umbertino. Mettere in sinergia il laboratorio di quartiere, che da anni li opera con efficacia, con la realtà parrocchiale,  il tessuto commerciale e produttivo, il mondo dell’arte, della cultura, dello sport , del sociale e riproporre iniziative che rendano viva, frequentata e quindi presidiata dalle tante energie positive che abbiamo questa bellissima piazza.

Bisogna aiutare chi con tanto coraggio continua a tenere viva la rete commerciale dell’Umbertino. Lo scorso anno, grazie al mio incarico amministrativo, avevo iniziato questo importante lavoro organizzando durante l’estate più di 40 eventi serali, facendo diventare Piazza Brin il palcoscenico della nostra città, dando voce a chiunque avesse qualcosa da esprimere. Ci sono state  serate di ballo, teatro, musica di tutti i generi, cinema, arte, gastronomia, artisti affermati e non, ragazzi e anziani che hanno dato un eccezionale contributo in un contesto suggestivo naturalmente come è quello della piazza. I risultati furono straordinari sia dal punto di vista artistico che sociale, ma sopratutto da quello della percezione di sicurezza che la Piazza vitale e presidiata dalla gente comune dava.

Il mio incarico, per le problematiche ben note, si è esaurito, ma l’impegno che mi ero preso come amministratore non va disatteso  e tutto il lavoro fatto non va disperso ma anzi incrementato. L’amministrazione deve  continuare questo percorso, deve crederci, valorizzare le risorse umane che esistono e che vogliono dare una mano  perchè Piazza Brin è una risorsa per la nostra città non un problema.

Andrea Stretti

Advertisements
Annunci
Annunci