L’Università del tempo libero di Fivizzano va in scena con ‘(S)Parlando D’amore’

FIVIZZANO– Un grande successo, gratificato da un bagno di folla, la serata di sabato 7 maggio, nello splendido corollario del Museo di San Giovanni a Fivizzano, dove gli allievi dell’Università del tempo libero hanno rappresentato un’opera teatrale dal titolo ‘(S)Parlando d’amore’, con la regia di Elisabetta Dini.

(S)Parlando d’’amore’ è una rappresentazione teatrale messa insieme da Elisabetta Dini con l’unione del materiale e dei personaggi dei corsi dell’Università del tempo libero di Fivizzano. Principalmente è stato il connubio del corso di teatro e di poesia; infatti i corsisti di teatro hanno interpretato in vario modo le poesie prodotte dai poeti durante il periodo del corso. È stato un completo ed originale spettacolo, dovuto alla bravura e alla fantasiosa ispirazione di Elisabetta Dini, che ha dato una nuova interpretazione alternativa alla recitazione delle poesie. I componimenti poetici sono stati rivisti e adattati in chiave personale dalla Dini, ballati e interpretati dai corsisti-attori su una base musicale comprendente anche canzoni di Adriano Celentano.
Al termine dello spettacolo, gli allievi del corso di cucina, terminato da poco, hanno preparato e offerto un buffet, mentre quelli del corso di legatoria hanno realizzato il libro delle firme.
Una particolare menzione va ai corsisti attori, che hanno dato prova di aver compreso la parte e che il loro impegno li ha trasformati in interpreti disinvolti, che hanno dato il meglio di loro stessi: Francesca Nobili, assessore alla Cultura del comune di Fivizzano, la segretaria comunale Maria Luisa Abbate, Cristina De Gregorio, Martina Vesco, Umberto Taccola, Claudia Menchini e Mariella Putamorsi.

Nel finale di serata, Francesca Nobili, assessore alla Cultura del comune di Fivizzano, nonché attrice provetta, ha preso la parola per ringraziare tutti i corsisti, la regista-attrice Elisabetta Dini e la folla di cittadini presenti alla magnifica serata appena trascorsa.

Vorrei precisare, inoltre – sottolinea Francesca Nobili -, il fatto che l’Università del tempo libero, oltre ad offrire contenuti dei vari corsi, deve essere considerata come un momento di condivisione, aggregazione e socializzazione. Tutto ciò si è espresso chiaramente nel progredire dei corsi – prosegue l’assessore alla Cultura -, poiché in un gruppo di persone che non si conoscevano sono nate delle amicizie e delle forti simpatie, anche nonostante le diversità delle età. Ad esempio, nel corso di teatro a cui ho partecipato, c’erano due-tre ragazze di 25-30 anni, e noi ‘vecchietti’ di 50 o anche 60”.

L’assessore Nobili ha espresso, inoltre, la sua soddisfazione per quanto è stato realizzato, e la volontà di non far terminare quel momento di ‘grazia’ che tanto ha soddisfatto chiunque era presente alla serata: “Più che altro, il fine dello spettacolo era quello di presentare un elaborato finale di alcuni corsi dell’Università del tempo libero: teatro, poesia, cucina e legatoria che, pare, abbia avuto, grazie a voi qui presenti, raggiunto il suo scopo. L’università del tempo libero – aggiunge la Nobili -, è stata un gran successo, e questo viene confermato dai numeri e dall’assiduità di frequenza. Per fare un esempio, ha partecipato a un corso una cara amica che per tutto l’inverno è venuta a Fivizzano da La Spezia”.

Infine la conclusione, che rappresenta un concreto esempio di come la gente comune sia legata alle cose semplici, magari appellate ‘paesane’, ma che rappresentano la genuinità e l’umiltà della nostra comunità: “L’intenzione, dettata anche dalle diverse richieste che mi sono state fatte qualche momento fa, è quella di portare su tutto il territorio comunale questa rappresentazione” – rivela Francesca Nobili.Visto il successo della serata, noi abbiamo certamente il piacere e il dovere di far conoscere la rappresentazione appena fatta anche in altre frazioni comunali. Anche perché ci sono già state delle richieste – conclude l’assessore alla Cultura -, e quindi l’importante è che, anche come nostro piacere, adempiamo al nostro compito, ovvero promuovere lo spettacolo su tutto il territorio comunale”.

Advertisements
Annunci
Annunci