La quiete prima della tempesta di Marcello Delfino

LA SPEZIA – È trascorsa una settimana interlocutoria, caratterizzata da risultati che lasciano inalterata la classifica, almeno per quel che riguarda le squadre interessate a conquistarsi un posto per accedere ai play-off.

La trasferta di Latina è stata coerente con questa logica ed ha consentito allo Spezia di rimanere in buona posizione, anche dopo un turno che presentava non poche insidie.

Giustamente mister Di Carlo, a commento della gara, faceva rilevare che certe partite qualche tempo fa si sarebbero magari perse.

La prestazione non è stata entusiasmante come quelle delle trasferte più recenti, difficile parlare di impresa con accrescitivi o diminutivi, comunque un pareggio fuori casa, contro una squadra motivata dalla necessità di lasciare una posizione di classifica pericolosa e da recriminazioni ad alta voce per recenti trattamenti arbitrali non graditi, è sempre un risultato utile.

Dicevo della prestazione, che ha visto la squadra davvero sulle gambe nel primo tempo non tanto per motivi atletici ma per il peso psicologico che l’importanza del risultato alla lunga fa sentire.

Il nostro ottimo Chi Chi ha messo qualche pezza.

La ripresa è stata una partita veramente brutta sotto l’aspetto del gioco quasi paralizzata dal sommo desiderio di entrambe le squadre di non farsi del male.

Una settimana lunga servirà per ricaricare le batterie e ritrovare la freschezza fisica e mentale per affrontare il prossimo turno che si presenterebbe favorevole qualora si vincesse con il Brescia.

Difficile dire se giocare il posticipo aiuti o condizioni negativamente le prestazioni, certo la fonte di finanziamento che sono divenute le tv per le società giustifica l’adattamento anche a queste esigenze, non c’è dubbio però che la regolarità del campionato era assai più garantita allorché le partite si disputavano sempre in contemporanea.

Comunque è toccato a tutti, a turno, anticipare e posticipare, quindi va bene così.

Come dicevo, poco da commentare sull’incontro di Latina se non il crescere della tensione dovuto alla classifica, alle cui esigenze non è più possibile sottrarsi, che riordina nella mente dei ragazzi le priorità ed al primo posto sistema la paura di perdere.

Il mister ed i suoi collaboratori dovranno lavorare soprattutto su questo piano per liberarli quanto possibile da questa preoccupazione, facendo sentire loro che è già molto quello che hanno fatto e che ora necessita fare ricorso ad un po’ di salutare incoscienza che li proietti verso un finale degno di tutta l’annata.

Se non andrà per il verso giusto pazienza, non è certo questa una squadra cui si possano rimproverare mancanza di impegno e di generosità.

È diventato ormai un luogo comune quello secondo il quale, quando capita la partita in casa che, vincendo, ci lancerebbe verso i cieli più alti, la squadra si contrae, il meccanismo si ingrippa e l’obiettivo fallisce.

Nell’anno di tante soddisfazioni speriamo di smentire anche questo mito negativo.

Già da lunedì sera, contro il Brescia, una squadra che ormai può solo far finta di credere alla possibilità estrema di agganciare il treno dei play-off ma che comunque non va sottovalutata.

Anche se credo che il problema non sia quello della sottovalutazione dell’avversario, sarà se mai quello di superare la logica delle paure facendo ricorso a quel po d’incoscienza cui facevo testè riferimento.

Il pubblico darà sicuramente una mano come sa fare, trasmettendo, sempre nei limiti del lecito, il sostegno ai nostri ed il giusto timore agli avversari, tornando sempre più ad essere quel “Picco” che, come ricordava Luciano Spalletti, era noto in tutto l’ambiente calcistico italiano.

È da qualche settimana che la stampa sportiva locale e quella specializzata parlano di un prossimo ritorno di Guido Angelozzi, oggi al Sassuolo.

Una buona notizia, se sarà confermata.

Angelozzi ha dimostrato professionalità, correttezza e sobrietà, doti non comuni nel malato mondo del calcio.

Penso che sarebbe utile anche alla crescita professionale di Fusco.

Vedremo. Se son rose…

Advertisements
Annunci
Annunci