Unioni civili, sabato 30 manifestano le Sentinelle in piedi e Rete Anti Omofobia e Transfobia

LA SPEZIA– Sabato 30 aprile scenderanno nuovamente in piazza le Sentinelle in piedi che manifesteranno silenziosamente dalle 17.30 alle 18.30, in Piazza Garibaldi alla Spezia, alla vigilia della probabile approvazione, alla Camera, della legge sulle unioni civili. In contemporanea con Spezia, veglierà anche Genova, segno dell’attaccamento della Liguria al valore della famiglia. Si tratta di un continuare a esserci e a seminare, dando testimonianza pubblica alla verità, in un mondo che sistematicamente propina menzogne. Alcuni frutti già si vedono. Un popolo si sta risvegliando, e il dilagare del gender in tutti i gangli della società non avviene più nell’oscurità e all’insaputa dei più. Lo scorso ottobre, ad esempio, la Regione Liguria ha approvato una mozione contro il gender nelle scuole e per il rispetto della priorità della famiglia nell’educazione.

Alla stessa ora, in Piazza Del Bastione, Rete Anti Omofobia e Transfobia La Spezia organizza un flash mob contro l’omofobia ed in favore delle unioni civili.  Lo slogan della manifestazione sarà “Le unioni civili non sono più fantasia, abbiamo diritto ad amare” e vedrà impegnati nella recitazione giovani spezzini che metteranno in scena matrimoni tra personaggi di favole e cartoni animati. A seguito della manifestazione si terrà un aperitivo al Bistro del Bastione. I cittadini sono invitati a partecipare portando con sé bolle di sapone, serenità e allegria come sempre è stato nello spirito delle manifestazioni della Rete.

 

Advertisements
Annunci
Annunci