Ancora una volta il caos regna sui binari delle Cinque Terre…. un 24 aprile infernale

LA SPEZIA – Un’ennesima domenica infernale per residenti e turisti alle Cinque Terre: treni integralmente soppressi, treni soppressi da Levanto a Monterosso o da Sarzana/Migliarina a Spezia per tentare di arginare i ritardi, che in qualche caso hanno raggiunto persino i 102 minuti, ma che “viaggiavano” spesso sui 40 minuti.

La débacle di Pasqua ha avuto la sua (ennesima) replica sabato 24 aprile, e come per Pasqua a farla da padrone erano non solo ritardi e treni soppressi, ma anche l’usuale caos delle informazioni, e conseguente panico degli utenti, residenti e turisti, sballottatati magari da un binario all’altro o ignari sul da farsi  causa di informazioni contradditorie o assenza di informazioni.

Ci sentiremo ancora una volta dire dall’Assessore Berrino che tutto è andato a meraviglia?

E per questo servizio “dedicato” si dovrà dal prossimo 8 maggio pagare addirittura una tariffa maggiorata?

I cittadini e dei rappresentanti
delle categorie sostenitrici del ricorso al TAR.

Advertisements
Annunci
Annunci