La Spezia, inaugurato il Centro Culturale Islamico in Via Mantegazza

LA SPEZIA– Ieri mattina, sabato 23 aprile, alla presenza delle massime cariche civili e religiose della città, è stato inaugurato il nuovo Centro Culturale Islamico al numero 11 di Via Mantegazza, nel quartiere del Canaletto, prima grande realtà alla Spezia di aggregazione e preghiera per cittadini di fede musulmana. A portare il suo saluto e i suoi auguri il Vescovo della Spezia Luigi Ernesto Palletti, che ha ricordato quanto sia necessario l’impegno di tutti per una convivenza serena e pacifica. Presente anche il Sindaco della Spezia Massimo Federici, che ha donato al Vicepresidente della Comunità islamica cittadina Ait Lahoussein una copia della prima parte della Costituzione italiana tradotta in diverse lingue, compreso l’arabo.

Tra gli altri il Prefetto Mauro Lubatti, il Questore Vittorino Grillo e i membri dell’intera Consulta per le Religioni presso il Comune. Un momento durante il quale i responsabili della comunità islamica hanno percepito l’apertura degli spezzini al dialogo e alla pace verso l’Islam, in un momento storico e sociale particolarmente difficile per l’integrazione. Un’integrazione che, almeno alla Spezia, appare un po’ meno lontana, con le parole del Vicepresidente dell’Unione Comunità Islamiche d’Italia Youssef Sbai che, rivolgendosi agli uomini presenti, ha chiesto di “non parlare più a nome delle donne, ma lasciare che siano loro a parlare per se stesse.”

Questo è il frutto di dieci anni di lavoro durante i quali ci siamo adoperati per costruire la pace tra i popoli partendo dalle comunità locali – ha detto a LaSpeziaOggi David Virgilio, Funzionario comunale che segue per conto dell’Amministrazione le attività della Consulta comprendente ben 12 comunità religiose – L’accoglienza dimostrata oggi da questa città può diventare un esempio nazionale di pace e integrazione.

(Francesco Munari)

Advertisements
Annunci
Annunci