Dal Contrafforte all’Appennino – Conferenza tecnico conoscitiva – di Mangia Trekking

Senza alcun dubbio, l’outdoor a tutto campo va sempre più sviluppandosi, ed appare ormai chiaro che va crescendo l’esigenza, da parte dei praticanti,  di acquisire opportune e maggiori conoscenze circa i migliori materiali ed attrezzature utilizzate nelle  sue diverse  specialità. Su questa linea,  nei giorni scorsi a Fivizzano, presso la sede della Pubblica Assistenza, si è svolto un evento tecnico-conoscitivo dedicato all’argomento. Una lunga conferenza molto partecipata, all’insegna dell’approfondimento  del sapere, circa i materiali utilizzati sulle vie appenniniche ma anche sui sentieri del mare, e sulle strade percorse da tanti pellegrini. Così in una sala con alpinisti ed escursionisti, Giuliano Guerri, guida, collaudatore e promotore con Mangia Trekking “dell’Alpinismo Lento”, su invito del Cai di Fivizzano, ha presentato ed illustrato le principali caratteristiche tecnico-costruttive che devono possedere le attrezzature e gli accessori di alta qualità, affinché vengano  utilizzati  con affidabilità e pieno comfort nei diversi “cammini” nelle quattro stagioni e per lungo tempo. Avvalendosi delle sezioni ( veri e propri spaccati ) di diversi particolari e della diretta esposizione di alcuni prodotti, il relatore, partendo da quella che viene presa a riferimento come forma del piede, ha prima descritto l’elemento fondamentale per chi deve camminare, cioè la calzatura. Lo studio ingegneristico di base, le parti che la costituiscono, i materiali impiegati, le diverse tipologie, ed i particolari utilizzi. Dove ogni tipo di calzatura di buona qualità, montata o iniettata,  viene creata per un particolare uso e cammino. Dove sempre più, nella scelta dei materiali, la stessa deve  traguardare le esigenze di eco compatibilità e di eco sostenibilità. Successivamente Guerri ha illustrato le principali attrezzature ed accessori dedicati agli escursionisti ed alpinisti, indicando come anche in questi settori industriali, vi sia una continua progettazione, per raggiungere sempre più superiori risultati tecnici, soprattutto in termini di leggerezza, sicurezza, affidabilità, manovrabilità e comfort. Questa parte della conferenza, ha infatti riguardato gli zaini, i piumini, i kay way, i bastoncini, e tutte le altre attrezzature che durante “il cammino”, nelle condizioni più severe, sono indispensabili. A conclusione della conferenza, significativa è stata l’affermazione di alcuni presenti che hanno espresso il loro consenso nell’aver potuto finalmente  “toccare con mano” ed osservare da vicino così tante particolarità, elementi, che gli consentiranno in futuro sicuramente una maggior consapevolezza e responsabilità nei loro acquisti.

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci