Petrolio sversato, MoVimento 5 Stelle: “Disastro ambientale dimostra il fallimento del Partito del fossile”

GENOVA– “Quello che sta avvenendo in queste ore a Fegino e nel Ponente genovese va al di là anche delle peggiori previsioni e certifica, nel modo più drammatico, il fallimento della politica energetica del partito del fossile“.
Lo affermano Alice Salvatore e i portavoce liguri del MoVimento 5 Stelle, che stanno monitorando, minuto per minuto, l’evolversi del disastro ambientale in atto sul Polcevera e nel nostro mare.

In questo momento di emergenza, non ci interessa cercare responsabili – proseguono i portavoce pentastellati – Ci sarà tempo e modo per chiarire se qualcuno ha sbagliato o qualcosa non ha funzionato nella macchina della sicurezza. Ma i fatti di Genova, all’alba del referendum sulle trivelle, dimostrano, una volta di più, che è necessario ripensare alla radice la politica energetica di questa regione e di questo paese”.
L’unica vera soluzione – prosegue la nota – è quella tracciata dal MoVimento 5 Stelle con il Programma Energetico 5 Stelle (PE5S) presentato in questi giorni: ovvero l’uscita dalle fonti fossili entro il 2050 attraverso l’avvio immediato di una progressiva conversione energetica nazionale che punti sulle energie rinnovabili e sull’efficienza energetica“.
Restiamo, altresì, basiti – proseguono i portavoce M5S – nel sentire esponenti delle istituzioni locali e nazionali, come il sindaco di Genova Doria e il ministro delle Infrastrutture Delrio, minimizzare o affermare che è tutto sotto controllo. Mettere la testa sotto la sabbia oggi significa negare l’evidenza e prendere in giro i cittadini“.

MoVimento 5 Stelle Liguria

Advertisements
Annunci
Annunci