Fallisce il referendum sulle trivelle: vota un italiano su tre

“Abbiamo perso, alle 19 l’affluenza era del 23,48% e ormai il quorum del 50% + 1 è irraggiungibile, abbiamo perso una battaglia ma non per questo quello per cui combattevamo cessa di essere giusto.”

Queste le parole con cui Salvatore Borsellino, accanito sostenitore del “Sì” al referendum sulle trivelle ha scritto in serata su Facebook.
Fallisce il referendum; il quorum era apparso lontano già alle 12, ma ancora qualcuno ci sperava. Alle 19, però, la doccia fredda. A urne chiuse, l’affluenza supera di poco il 30%; in pratica ha votato un italiano su tre. Sono in corso gli scrutini, che evidenziano (ovviamente) una netta prevalenza di Sì.

Nella nostra provincia ha votato il 32,53% degli aventi diritto. Il Comune più virtuoso è Borghetto, con un’affluenza del 38,68%, quello dove si è votato di meno Calice al Cornoviglio, con un misero 23,05%.
A livello nazionale, Puglia e Basilicata guidano la classifica, che vede in coda Campania e Calabria.

In base a questi risultati, le 35 concessioni di estrazioni potranno essere rinnovate alla scadenza e quindi continuare nel loro fino a quando si esauriranno i giacimenti. E quando questo accadrà nessuno lo può prevedere con precisione.

www.elezioni.interno.it

Advertisements
Advertisements
Advertisements