Nuovo Enercoop a Sarzana, benzinai contro: “Occupiamo il Consiglio Comunale”

SARZANA- Sono sul piede di guerra i benzinai di Sarzana, Val di Magra, Santo Stefano e Lerici, che lo scorso venerdì hanno partecipato in massa alla riunione di Faib Confesercenti sul tema del nuovo mega distributore Enercoop che dovrebbe aprire in zona industriale della variante Aurelia a Sarzana. La nuova struttura, che peraltro sarebbe edificata in una zona ad alto rischio esondazioni, è osteggiata dai gestori che temono una drastica riduzione del lavoro e quindi dell’occupazione, si calcolano 50 lavoratori a rischio, ma anche dagli abitanti della zona che hanno già fatto un esposto contro la costruzione di un impianto a forte impatto ambientale e sulla viabilità in una zona già oppressa da traffico e inquinamento.

Il Comune di Sarzana non ci ha dato ancora nessuna risposta– dice Aldo Datteri, Presidente Faib- i gestori sono esasperati, oltretutto l’apertura di questo nuovo impianto cade in un periodo che vede ancora una forte crisi del settore. Questa sarà una settimana di mobilitazione: giovedì mattina, dalle 10, in occasione del mercato faremo un primo presidio sotto il Comune di Sarzana distribuendo volantini. Torneremo poi sabato mattina alle 9, in occasione del Consiglio Comunale, e non escludiamo anche di occuparlo pacificamente per far valere le nostre ragioni.”

Datteri fa presente che  ci sono novità a livello normativo e nazionale. Un’operazione del genere è stata stoppata dal TAR in Calabria, che si è espresso in maniera inequivocabile contro la costruzione di nuovi impianti in zone a rischio alluvionale.
Non lasceremo nulla di intentato per impedire l’apertura di questo impianto e difendere il lavoro e le famiglie dei gestori– conclude il Presidente Faib- compreso ricorsi al TAR e al Consiglio di Stato.”

Advertisements
Annunci
Annunci