Colpo di scena in Via Napoli: alle 18.30 sgomberato e posto sotto sequestro l’appartamento di Roberto Bolleri

LA SPEZIA- Roberto Bolleri è nello studio del suo avvocato Cesare Bruzzi Alieti quando, alle 18.30, a stretto giro di telefonate, irrompe la notizia: in via Napoli è in corso lo sgombero del suo alloggio popolare, occupato abusivamente, da circa un mese, da una famiglia italo-marocchina. Insieme a loro il Consigliere comunale di opposizione Luigi De Luca. Questa mattina, in seguito all’esposto presentato da Roberto Bolleri, tramite il suo legale Cesare Bruzzi Alieti, il Giudice per le Indagini Preliminari, su richiesta del Sostituto Procuratore Maurizio Caporuscio, ha disposto il sequestro preventivo dell’immobile; consentendone così lo sgombero coatto ed il ritorno all’Azienda Regionale Territoriale per l’Edilizia (meglio nota come A.R.T.E.).


Bolleri 2

Nessun temuto momento di tensione né, tanto meno, scene di “guerriglia urbana” come accaduto venerdì scorso. Il tempo di caricare i pochi effetti personali, aiutata dal marito Carmelo Genovese, Amal El Habachi, con in braccio uno dei figli, è salita in macchina ed è stata accompagnata presso la sua nuova, ma temporanea, sistemazione: un alloggio a Fabiano, presso una struttura religiosa gestita da alcune suore, per il quale l’Amministrazione spezzina verserà 40 euro giornalieri, a fronte di tutte le spese mensili. Una proposta avanzata dall’Assessore alle Politiche sociali Mauro Bornia, che la donna, non più tardi di sabato mattina, aveva rifiutato, dopo una lunga e difficile trattativa iniziata venerdì. Nell’attesa di una soluzione definitiva, che consentirà al nucleo famigliare di ricongiungersi, il compagno siciliano provvederà autonomamente a se stesso: avrà comunque la possibilità di far visita alla moglie e ai figli, in qualsiasi momento della giornata.

Bolleri 3

A questo punto – ha detto a LaSpeziaOggi.it Cesare Bruzzi Alieti, avvocato difensore di Roberto Bolleriabbiamo ottenuto una prima vittoria, un primo passo verso la restituzione dell’appartamento al legittimo assegnatario: nei prossimi giorni – ha concluso il legale – spero che venga riconsegnato, nominandone custode lo stesso Bolleri.”

Advertisements
Annunci
Annunci