Servizio ferroviario: cittadini ed operatori delle Cinque Terre condividono preoccupazioni e critiche degli albergatori

MONTEROSSO – I cittadini ed i rappresentanti delle Categorie sostenitrici del ricorso al TAR concordano con le preoccupazioni e le critiche espresse dai rappresentanti degli albergatori di Sestri Levante.

E’ un’ulteriore conferma di come il sistema dei treni dedicati “CinqueTerreExpress” sia non solo lesivo per i  cittadini e gli operatori economici delle Cinque Terre, ma determini conseguenze negative per tutta la Riviera di Levante e la sua economia turistico-alberghiera.

I cittadini ed i rappresentanti delle Categorie sostenitrici del ricorso al TAR non possono che ribadire ancora una volta le proposte più e più volte fatte, a  cui aderiscono Associazioni ambientaliste, l’associazione di consumatori Adiconsum e Associazione Guide Turistiche della Liguria:

– abbandonare il progetto dei treni dedicati, restituendo le fermate nelle Cinque Terre ai regionali Sestri Levante<>a Spezia;

– ripristinare le fermate di Monterosso e Riomaggiore e nel Tigullio per i regionali “veloci” da e per Genova;

 – Integrare il servizio in fasce orarie  critiche per i flussi turistici e quelli lavorativi e studenteschi;

-Eliminare il “dazio di accesso” di 4 euro.

I cittadini ed i rappresentanti delle Categorie sostenitrici del ricorso al TAR

Advertisements
Annunci
Annunci