Consiglio Comunale, il PD diserta Palazzo Civico

LA SPEZIA- Da tre settimane la nostra città ha una Giunta comunale quasi dimezzata: era infatti il 14 marzo quando gli assessori Luca Basile, Davide Natale e Alessandro Pollio rassegnarono le loro irrevocabili dimissioni, in segno di protesta dopo la cacciata del collega Andrea Stretti, mandato via dal Sindaco Federici per divergenze politiche con una lettera mandata da un messo.

Le opposizioni chiesero immediatamente le dimissioni di Federici, presentando mozioni urgenti di sfiducia, ma la maggioranza respinse l’urgenza. Nei giorni successivi le lotte interne al PD si fecero più aspre: Federici venne anche sfiduciato dall’unione comunale del suo stesso partito e domenica scorso, a Spezia, la candidata paitiana è stata bocciata e ha vinto solo grazie ai voti della provincia. Tempi duri, insomma. Il malcontento in città è tangibile e oggi è arrivata un’altra tegola per il partito di maggioranza: la Soprintendenza, infatti, ha bloccato i lavori per il nuovo ospedale del Felettino, a causa di una costruzione appartenuta alla Contessa di Castiglione.

In mezzo a questa confusione il PD ha, questa sera, disertato il Consiglio Comunale. I consiglieri del MoVimento 5 Stelle hanno pubblicato su Facebook le foto che documentano il vuoto assoluto nei banchi della maggioranza. Perché? Protesta verso qualcosa? Tattica? Consuete beghe interne? Il 20 aprile si discuteranno le mozioni di sfiducia al Sindaco. Si aspetta quello? La Giunta è ancora senza i tre assessori dimessi. Dal partito di maggioranza ci si aspetterebbe un po’ più di senso di responsabilità.

Advertisements
Annunci
Annunci