Il PD spezzino sfiducia l’asse Federici/Paita. In città la corrente sostenuta dal sindaco perde

LA SPEZIA – Non ce l’ha fatta Federico Barli ad affondare la “corazzata Paita“: perde il congresso prendendo meno delegati della sfidante Federica Pecunia. I dati di Spezia città però sono poco confortanti per la corrente del sindaco Federcici, battuto ancora una volta in casa sua.

PD: il congresso dei lunghi coltelli. Le piccole sfide di zona sono state combattute tra colpi e stoccate come quella tutta personale tra l’ex assessore Andrea Stretti e Raffaella Paita che, nella sezione della Pianta, si sono sfidati direttamente a sostegno delle due liste (per Barli l’uno, per Pecunia l’altra). Il risultato è stato impietoso per la “zarina”, che ha presi solo il 25% dei voti contro l’assessore che aveva fatto dimissionare proprio per il suo appoggio a Barli.

Pecunia vince grazie al voto di Sarzana, che così tanto ha pesato numericamente soprattutto per la “formidabile” campagna di reclutamento. Alessio Cavarra viene indicato da più parti come “azionista di maggioranza” della Pecunia.

(61 a 39 dato provinciale per Pecunia, 57 a 43 dato comunale per Barli)

Advertisements
Annunci
Annunci