CGIL, CISL e UIL in piazza per le pensioni

LA SPEZIA- Una vera riforma previdenziale, per dare lavoro ai giovani, con pensioni dignitose per lavoratori precari e discontinui, accesso flessibile al pensionamento, riconoscimento del lavoro di cura e della diversità dei lavori, tutela delle pensioni in essere e rafforzamento della previdenza complementare. Sono questi, in estrema sintesi, i punti principali della piattaforma sulle pensioni di CGIL, CISL e UIL che oggi in tutta Italia hanno chiamato in piazza lavoratori, giovani e pensionati.

Alla Spezia si è svolta in Piazza Beverini, di fronte a Zara, una manifestazione unitaria che ha visto la presenza di centinaia di persone. Prima del breve comizio dei tre segretari, Matteo Bellegoni, CGIL, Antonio Carro, Cisl e Nadia Maggiani, che hanno ribadito la necessità di continuare la mobilitazione, si è svolta una performance teatrale.

La piattaforma unitaria chiede modifiche sostanziali al sistema previdenziale così come delineato per ultimo dalla manovra Fornero– hanno detto i tre segretari- e pone il problema sia delle pensioni future dei giovani e delle donne, per i quali è necessario ricostruire un quadro di solidarietà, sia dei lavoratori prossimi al pensionamento che hanno bisogno di vedersi riconosciute flessibilità in uscita e pensione anticipata a 41 anni di contributi senza aggancio automatico all’attesa di vita.”

Advertisements
Annunci
Annunci