Milano, cittadinanza onoraria a Nino Di Matteo

MILANO– Il giorno 4 aprile 2016,   alle ore 15,00,  nella Sala Alessi di Palazzo Marino si svolgerà la cerimonia ufficiale di conferimento della cittadinanza onoraria di Milano ad Antonino Di Matteo, sostituto procuratore a Palermo distintosi in particolare per le numerose inchieste sulla criminalità organizzata di stampo mafioso.
Ciò avverrà in attuazione della delibera approvata all’unanimità dal Consiglio comunale nella seduta del 15 febbraio scorso e nata a sua volta dall’iniziativa di alcuni   cittadini che,  con la partecipazione del gruppo di Milano del  Movimento delle Agende Rosse“, hanno raccolto  fra la cittadinanza l’adesione e la sottoscrizione  della lettera di richiesta di insignire Nino Di Matteo di tale onorificenza. 

I proponenti l’onorificenza,  consci del fatto che l’isolamento e la delegittimazione sono i nemici più insidiosi di chi in nome dello Stato lotta contro il crimine organizzato, hanno sentito la necessità di un segnale istituzionale forte e inequivocabile che, nel ribadire una precisa  scelta di campo, fosse soprattutto un gesto concreto di solidarietà e apprezzamento nei confronti di un grande uomo e magistrato.
Falcone e Borsellino erano stati isolati, lasciati soli.
Noi non fummo abbastanza vivi e vigili allora.
Oggi non deve più essere così.

 L’attività che Nino Di Matteo svolge da oltre vent’anni è nota, la sua costante opera di contrasto alle mafie, e a ogni disegno criminale intrecciato con esse, lo hanno reso oggetto di condanne a morte da parte di boss mafiosi, nonché destinatario di circostanziate lettere di minaccia formulate da inquietanti entità che agiscono nell’ombra.
Con  questo riconoscimento – che innanzitutto onora la Città di Milano –  si è anche voluto  dare un messaggio di sostegno a  tutti i magistrati e agli agenti delle scorte che operano a tutela della legalità e che per questo sono costantemente sotto  minaccia.

I promotori.

 

Advertisements
Annunci
Annunci