Guerri: “sempre più sconcertante la situazione dei servizi pulizia e oss in Asl”

A distanza di quattro mesi dai tagli attuati ai servizi di pulizia e ausiliariato nell’Asl 5, la situazione di questi servizi – ben lungi dall’essere riportata a condizioni accettabili di rispetto per i diritti e la dignità dei malati e degli stessi lavoratori- sembra oggi avviata a peggiorare ulteriormente” Così il consigliere comunale Giulio Guerri, capogruppo della lista civica “Per la Nostra Città”, in una nuova interrogazione indirizzata al sindaco Federici.Abbiamo appreso, infatti – scrive Guerriche le ore tagliate non sono state ripristinate né vi è l’intenzione di farlo. In più l’impresa appaltatrice Coopservice avrebbe proposto ai lavoratori un taglio agli stipendi, che, a quanto pare, li porterebbe a rimetterci anche oltre i 100 euro al mese (salvo la promessa di premialità semestrali a chi non andrà in malattia). È evidente che tale proposta, se confermata, oltre a non risolvere le criticità nell’organizzazione dei servizi, andrà a penalizzare, nel reddito, nella dignità e nei loro diritti, lavoratori e lavoratrici che già subiscono il disagio di percepire salari molto bassi e di dover fare fronte a carichi di lavoro che appaiono essere ben oltre il limite della sostenibilità, fatti di turni pesantissimi e di una commistione, negli stessi turni, fra attività di pulizia e di ausiliariato. Cosa che, peraltro, già di per sé rappresenta un danno alla qualità del servizio e un rischio oggettivo per i degenti, vista la promiscuità delle mansioni. Credo che il sindaco, al quale da mesi ho chiesto un’ordinanza per il ripristino delle ore tagliate, abbia il dovere di occuparsi seriamente della questione, anche in considerazione dei suoi compiti di massima autorità sanitaria locale, presidente della conferenza dei sindaci dell’ambito Asl 5 e attuale titolare diretto della delega delle politiche del lavoro.”

Advertisements
Advertisements
Advertisements