Intervista ad Anita Garibaldi

In una sala piena di persone è stato presentato al Camec il bel volume di Sergio Del Santo “Garibaldi fu ferito. Una storia di “malasanità” alla fortezza del Varignano”, pubblicato dalle Edizioni Giacché. Alla manifestazione ha partecipato Anita Garibaldi, pronipote di Giuseppe Garibaldi.

Ecco l’intervista

1237000_1567141953600202_6966277256042828972_nIl libro racconta i fatti successivi al celebre ferimento in Aspromonte, quando Garibaldi venne condotto alla fortezza del Varignano, dove restò per quasi tre mesi con una pallottola nel piede destro, rischiando la perdita di un arto, la cancrena e forse anche la morte. Una storia di malasanità ante litteram, dunque, in cui si susseguono gli interventi dei medici e le dispute su come e se intervenire sull’illustre paziente, nonostante attorno al capezzale dell’Eroe si muovesse un consesso di medici celebri provenienti dai diversi Paesi europei.

Il libro è riccamente illustrato con molte stampe d’epoca provenienti da archivi pubblici e dalla collezione privata dell’autore, che illustrano la vicenda è disponibile in edicola e in libreria al prezzo di 12,00 euro.

Advertisements
Annunci
Annunci