La rappresaglia di Federici su Stretti. Gli assessori si scelgono in base a cosa?

LA SPEZIA – A giudicare dalle tiepide reazioni sembra che la cacciata di Andrea Stretti dalla giunta Federici sia stata una pinzillacchera, un nonnulla, un fruscio di foglie mosse dal vento…
Eppure è stato defenestrato un assessore con deleghe importanti: servizi sociali, sanità, case popolari,  tutti settori di primo piano.
Per una decisione così grave ci si aspetterebbero gravi motivazioni e invece nella nota di Piazza Europa si leggono solo discorsi vaghi. Si sarebbe interrotto il “rapporto di fiducia”; ma che vuol dire?
Se stessimo parlando di una coppia di innamorati potremmo anche concedere che la fiducia generica sia sfumata ma, anche in quel caso, avremmo bisogno di capire come e quando si é consumato il tradimento.
Venerdì sera all’Assemblea dell’Unione Comunale spezzina in effetti qualcosa c’è stato. Un cambio di fronte del gruppo dei “renziani non paitiani” (giuro si chiamano proprio così), che sembra si stiano avvicinando ai non renziani nel sostegno a Federico Barli, candidato alla carica di Segretario provinciale.
L’attuale responsabile dell’Unione comunale Luca Erba vorrebbe dimettersi poiché è diventato capogruppo Pd in consiglio comunale e, al suo posto, i renziani-non-paitiani (tra cui Stretti) e i non-renziani avrebbero convenuto di eleggere Fabrizio Andreotti.
Il gruppetto dei renziani-paitiani, rimasto spiazzato – che tra l’altro  in consiglio Comunale sono in netta minoranza – conta però tra le sue fila oltre a Paita anche Federici che, con una rapidità degna davvero di miglior causa, il sabato mattina ha mandato i messi del comune a casa Stretti con il documento di “sdelega”.
Coincidenza?
Pare proprio di no, perché finora non c’era all’orizzonte alcun sentore di questa sfiducia… Prima di venerdì s’intende!
Non gravi motivazioni istituzionali sarebbero dunque all’origine del gesto, ma volgari screzi interni al partito del sindaco.
È accettabile che le istituzioni nella nostra città vengano usate come uno zerbino o come quel ferro fuori dal portone che si usa per pulirsi i piedi, dopo aver pestato una deiezione canina?

Advertisements
Annunci
Annunci