Guerri: “Sempre più grave la situazione della frana di Montalbano”

LA SPEZIA– Il consigliere comunale Giulio Guerri, da sempre in prima linea per rappresentare le istanze dei cittadini alle prese con i gravi disagi e problemi di sicurezza dovuti al dissesto idrogeologico della collina di Montalbano (tagliata in due da ben cinque anni da un grosso e irrisolto fronte di frana) ha presentato una nuova interrogazione al Sindaco della Spezia per documentare il peggioramento della situazione in atto.

FB_IMG_1457767729915

Guerri fa riferimento alle segnalazioni effettuate in questi giorni dai residenti (nello specifico, i volontari del Comitato per la Tutela di Isola e Montalbano) e ai rilievi tecnici evidenziati dal geologo Giovanni Raggi. “A seguito delle piogge verificatesi nelle ultime settimane – scrive il capogruppo della lista civica “Per la Nostra Città”sono stati rilevati dai cittadini nuovi significativi movimenti del terreno nell’ambito dell’area dalla frana.  In particolare – prosegue Guerri – sono state rilevate le seguenti criticità:

1)    il movimento delle lesioni ha fatto registrare un abbassamento in linea verticale nell’ordine di 1 metro;

2)    la parte sommitale della frana sul lato nord è retrocessa di 5/6 metri;

3)    nella parte frontale è stato accertato un approfondimento del canalone che si affaccia su via Marconi;

4)    sono stati riscontrati danni alle tubazioni già poste in essere.

Guerri sottolinea come lo scenario rilevato ponga in risalto l’acuirsi di serie problematiche di sicurezza, consolidando fra i cittadini il timore che i lavori fatti e i soldi spesi sino ad oggi (oltre 3milioni di euro) non abbiano portato vantaggi rispetto alla finalità di risistemare la frana e riportare la situazione alla normalità. Per questo il consigliere chiama in causa il Sindaco chiedendo che l’amministrazione comunale verifichi quanto segnalato e fornisca tutti i riscontri del caso.

Advertisements
Annunci
Annunci