Ispirati dal Grande Freddo – Mangia Trekking

È quasi primavera quando l’inverno in montagna pare destarsi rigido. Così nei giorni scorsi alcuni amici del Mangia Trekking sono saliti in Appennino per sviluppare sulla neve una delle loro attività preferite.  Creare delle vere e proprie opere naturali in ambiente.  Infatti la grande  montagna bianca ed il grande freddo sembrano ispirare alcuni di loro, i quali ciaspole ai piedi attraversano i territori, superano   ripide salite per raggiungere luoghi particolari ove poi,  fanno nascere alcune loro creazioni realizzate con il ghiaccio e la neve, che sembrano dargli l’emozione di rappresentare qualcosa di veramente significativo e capaci di integrarsi con l’ambiente circostante come se vi fossero sempre state. Questi “lenti alpinisti” sono veri e propri artisti dilettanti, che liberano la loro fantasia, giocando come i bambini con la neve ed il ghiaccio. Durante la recente “spedizione”, per diversi motivi, ma per uno in particolare,  è stata considerata l’opera più espressiva, quella croce scolpita nel ghiaccio sulla via che conduce alla vetta della montagna. Questo accade in Appennino dove Mangia Trekking lancia spesso le sue sfide al freddo, esorcizzandolo con tali realizzazioni che rimangono poi scolpite nella mente e dove la loro immagine attraverso la fotografia entra a far parte della cultura dell’associazione ed a ricordare l’esperienza e l’attimo vissuto sul territorio nel grande freddo.

2 Foto - Opere ispirate dal freddo

Advertisements
Advertisements
Advertisements